Camera

Odg: 'Bando periferie', concedere flessibilita' di programmazione - Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2019

Data: 08/12/2018
Numero: 9/1334-AR/83 / Ordine del giorno
Soggetto: Camera dei Deputati
Data Risposta: 08/12/2018

La Camera, 

premesso che: 

il Disegno di Legge n. 1334-A all'articolo 68 reca « Disposizioni concernenti il Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane e dei comuni capoluogo di provincia »; 

alcuni Comuni capoluogo che hanno stipulato le convenzioni nell'ambito del Programma di cui al comma 1 del succitato articolo – convenzioni concluse sulla base di quanto disposto ai sensi del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 29 maggio 2017, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 148 del 27 giugno 2017, nonché delle delibere del CIPE n. 2/2017 del 3 marzo 2017 e n. 72/2017 del 7 agosto 2017, adottate ai sensi dell'articolo 1, comma 141, della legge 11 dicembre 2016, n. 232, – fermo restando gli impegni finanziari assunti a carico degli stessi e lo stanziamento delle somme previste a carico dei privati si trovano nella necessità di dovere rimodulare gli interventi indicati, anche in ragione di una più attenta verifica degli stessi, 

impegna il Governo 

a valutare l'opportunità di rendere note, nelle forme ritenute più opportune, le modalità di possibile riprogrammazione degli interventi di cui Programma in premessa citato.

Ordine del giorno sottoscritto dai parlamentari Foti e Varchi.

Nel corso della seduta dell'8 dicembre 2018 il testo è stato riformulato come segue:

La Camera, 

premesso che: 

il Disegno di Legge n. 1334-A all'articolo 68 reca « Disposizioni concernenti il Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane e dei comuni capoluogo di provincia »; 

alcuni Comuni capoluogo che hanno stipulato le convenzioni nell'ambito del Programma di cui al comma 1 del succitato articolo – convenzioni concluse sulla base di quanto disposto ai sensi del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 29 maggio 2017, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 148 del 27 giugno 2017, nonché delle delibere del CIPE n. 2/2017 del 3 marzo 2017 e n. 72/2017 del 7 agosto 2017, adottate ai sensi dell'articolo 1, comma 141, della legge 11 dicembre 2016, n. 232, – fermo restando gli impegni finanziari assunti a carico degli stessi e lo stanziamento delle somme previste a carico dei privati si trovano nella necessità di dovere rimodulare gli interventi indicati, anche in ragione di una più attenta verifica degli stessi, 

impegna il Governo 

nel rispetto dei vincoli di finanza pubblica, a valutare l'opportunità di rendere note, nelle forme ritenute più opportune, le modalità di possibile riprogrammazione degli interventi di cui Programma in premessa citato.

Ordine del giorno sottoscritto dai parlamentari: Foti e Varchi.

Nella seduta dell'8 dicembre 2018, così come riformulato, il Governo ha accolto l'Ordine del giorno come raccomandazione

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl