Camera

Odg al DDL recante misure urgenti per il rispetto degli obblighi previsti dalla direttiva 2008/50/CE sulla qualita' dell'aria

Data: 10/12/2019
Numero: 9/2267/36. / Ordine del giorno
Soggetto: Camera dei Deputati
Data Risposta: 10/12/2019

Disegno di legge: S. 1547 – Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 14 ottobre 2019, n. 111, recante misure urgenti per il rispetto degli obblighi previsti dalla direttiva 2008/50/CE sulla qualità dell'aria e proroga del termine di cui all'articolo 48, commi 11 e 13, del decretolegge 17 ottobre 2016, n. 189, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 dicembre 2016, n. 229 (Approvato dal Senato) (A.C. 2267)

La Camera, 

premesso che: 

l'articolo 2 del provvedimento in esame istituisce un fondo denominato « Programma sperimentale buono mobilità », nella prospettiva di contribuire alla riduzione delle emissioni climalteranti, finanziando un « bonus mobilità » per favorire il trasporto pubblico in luogo della mobilità privata; 

la disposizione citata conferma l'orientamento del provvedimento ad intervenire sulle dinamiche di mobilità urbana nella prospettiva di ridurre progressivamente l'impatto ambientale derivante dal traffico nelle aree urbane e metropolitane; 

si ricorda, in tale prospettiva, che l'articolo 3 comma 1 del Decreto del Ministero dell'Ambiente 27 marzo 1998 prevede che le imprese e gli enti pubblici con singole unità locali con più di 300 dipendenti e le imprese con complessivamente più di 800 addetti adottino un piano degli spostamenti casa-lavoro del proprio personale dipendente, individuando a tal fine un responsabile della mobilità aziendale, nella prospettiva di ridurre dell'uso del mezzo di trasporto privato individuale e ad una migliore organizzazione degli orari per limitare la congestione del traffico; 

al fine di rendere pienamente operativa la figura del responsabile della mobilità aziendale e promuovere la piena attuazione degli interventi di organizzazione e gestione della domanda di mobilità delle persone e delle merci, finalizzati alla riduzione strutturale e permanente dell'impatto ambientale derivante dal traffico nelle aree urbane e metropolitane, le aziende che operano l'individuazione della figura del Mobility Manager e l'adozione di un piano degli spostamenti casa-lavoro del proprio personale dipendente, dovrebbero beneficiare di meccanismi incentivanti e premiali, 

impegna il Governo 

a valutare l'opportunità di promuovere specifiche misure incentivanti e premiali in capo alle aziende che intendono adottare un piano degli spostamenti casalavoro del proprio personale dipendente nella prospettiva di ridurre l'uso del mezzo di trasporto privato individuale e di una migliore organizzazione degli orari per limitare la congestione del traffico e gli effetti climalteranti dell'inquinamento connesso. 

Ordine del giorno sottoscritto dai parlamentari: Foti, Butti, Trancassini, Ciaburro.

Nella seduta della Camera del 10 dicembre 2019 il Governo ha espresso parere favorevole all'Ordine del giorno

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl