Camera

Litorale cervese e Milano Marittima; sostegno agli stabilimenti balneari colpiti dal maltempo

Data: 10/07/2019
Numero: 9/1698-A/32. / Ordine del giorno
Soggetto: Camera dei Deputati
Data Risposta: 10/07/2019

La Camera, 

premesso che: 

il provvedimento in esame conferisce al Governo la delega per l'adozione di uno o più decreti legislativi in materia di turismo, individuandone specifici principi e criteri direttivi; 

il turismo italiano rappresenta uno dei punti forti della nostra economia, per questo occorre investire in tale settore rafforzandone la dimensione industriale e investendo sull'innovazione; 

il violento fenomeno meteorologico che lo scorso mercoledì si è abbattuto sul litorale cervese e Milano Marittima, con forti venti e temporali, ha danneggiato gravemente una area molto estesa dove polizia locale e vigili del fuoco sono ancora al lavoro per liberare le strade e aiutare i cittadini le cui abitazioni hanno subito danni; 

il traffico ferroviario è interrotto sulla Ravenna-Rimini e ci sono cancellazioni, rallentamenti e ritardi anche sulla tratta Bologna-Ravenna; 

le attrezzature di diversi stabilimenti balneari di Milano marittima e di Cervia sono state divelte, creando gravi danni agli esercizi balneari per la stagione estiva in corso, 

impegna il Governo 

a valutare l'adozione di urgenti provvedimenti volti a garantire un adeguato sostegno economico ai cittadini e agli operatori economici colpiti dal maltempo, per il ripristino delle abitazioni e delle attrezzature degli stabilimenti balneari. 

Ordine del giorno sottoscritto dai parlamentari: Meloni, Lollobrigida, Mantovani, Foti, Lucaselli, Zucconi.

Nella seduta dell'Assemblea del 10 luglio 2019 il testo dell'Ordine del giorno è stato modificato così come segue.

La Camera, 

premesso che: 

il provvedimento in esame conferisce al Governo la delega per l'adozione di uno o più decreti legislativi in materia di turismo, individuandone specifici principi e criteri direttivi; 

il turismo italiano rappresenta uno dei punti forti della nostra economia, per questo occorre investire in tale settore rafforzandone la dimensione industriale e investendo sull'innovazione; 

il violento fenomeno meteorologico che lo scorso mercoledì si è abbattuto sul litorale cervese e Milano Marittima, con forti venti e temporali, ha danneggiato gravemente una area molto estesa dove polizia locale e vigili del fuoco sono ancora al lavoro per liberare le strade e aiutare i cittadini le cui abitazioni hanno subito danni; 

il traffico ferroviario è interrotto sulla Ravenna-Rimini e ci sono cancellazioni, rallentamenti e ritardi anche sulla tratta Bologna-Ravenna; 

le attrezzature di diversi stabilimenti balneari di Milano marittima e di Cervia sono state divelte, creando gravi danni agli esercizi balneari per la stagione estiva in corso, 

impegna il Governo 

a valutare l'opportunità di adottare provvedimenti volti a garantire un adeguato sostegno economico ai cittadini e agli operatori economici colpiti dal maltempo, per il ripristino delle abitazioni e delle attrezzature degli stabilimenti balneari.

DIBATTITO IN ASSEMBLEA

PRESIDENTE. Passiamo alla votazione dell'ordine del giorno Meloni n. 9/1698-A/32. C'è una proposta di riformulazione, Meloni e Lollobrigida. Ha chiesto di parlare per dichiarazione di voto il deputato Foti. Ne ha facoltà. 

TOMMASO FOTI (FDI). Signor Presidente, io mi rivolgo al rappresentante del Governo per una considerazione. Quanto è accaduto in provincia di Ravenna, un evento atmosferico imprevedibile e gravissimo, ha colpito le aree di Milano Marittima e di Cervia. Abbiamo una situazione che è grave sotto il profilo degli stabilimenti, che ovviamente in questa stagione hanno il momento più importante della loro attività; abbiamo una situazione di interruzione del traffico ferroviario sulla Ravenna-Rimini. Debbo dire che quanto ha detto testé il signor sottosegretario, a proposito del parere, un po' ci stupisce, perché già l'ordine del giorno dice al Governo di valutare; ora, valutare l'opportunità in sé è una contraddizione, perché il Governo può valutare e deve valutare se sussistono le ragioni dello stato di emergenza, ma quanto all'opportunità di intervenire, se è possibile, con lo stato d'emergenza, è evidente che ci pare un fuor d'opera, questa precisazione. Tuttavia, cogliamo anche l'occasione, penso anche a nome dell'Aula, di esprimere alle popolazioni colpite da questo evento atmosferico la solidarietà di tutta la Camera dei deputati (Applausi). 

PRESIDENTE. Quindi, la riformulazione è accolta o non è accolta? Il Governo non mi pare che sia intenzionato ad intervenire. Quindi l'accoglie? La riformulazione è accolta. Andiamo avanti. Ordini del giorno Ciaburro n. 9/1698- A/33 e Caretta n. 9/1698-A/34, c'è un parere favorevole da parte del Governo. È così esaurito l'esame degli ordini del giorno presentati.

L'Ordine del giorno, così come riformulato, è stato accolto dal Governo

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl