Camera

Centrale nucleare di Caorso; quali iniziative per arrivare alla dismissione in tempi realistici?

Data: 21/07/2020
Numero: 5-04396 / Interrogazione a risposta in commissione
Soggetto: MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO, MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE
Data Risposta: -

Per sapere – premesso che: 

in seguito alle dichiarazioni del nuovo amministratore delegato di Sogin s.p.a., riportate da diverse testate stampa di carattere nazionale (si veda ad esempio www.repubblica. it), sono emerse alcune ed importanti notizie riguardanti i tempi di « decommissioning » delle centrali nucleari, ancorché attive limitatamente allo stoccaggio dei rifiuti prodotti dalla attività del passato, presenti in Italia; 

l'amministratore delegato di Sogin, nonostante i ritardi accumulati nel corso degli anni e denunciati a più riprese dall'interrogante in vari atti di sindacato ispettivo, ha individuato nel 2035 l'anno destinato al raggiungimento del cosiddetto « brownfield »; 

l'indispensabile individuazione del deposito nazionale per lo stoccaggio dei rifiuti nucleari non risulta essere stata effettuata, la qual cosa impedirà, se la situazione si protrarrà ancora, l'allocazione dei residui del combustibile riprocessato all'estero nel predetto deposito; 

è emerso altresì che, con riferimento alla centrale nucleare di Caorso, l'anno previsto per il completamento del « decommissioning » risulta fissato per il 2031, data che appare all'interrogante a distanza « siderale », atteso che in questo Paese la cessazione della produzione di energia nucleare risale ad oltre trent'anni fa –: 

se i Ministri interrogati siano a conoscenza delle dichiarazioni dell'amministratore delegato di Sogin s.p.a. e quale sia il loro orientamento al riguardo; quali concrete iniziative si intendano mettere in campo per addivenire in tempi realistici al completamento dello smantellamento delle centrali nucleari presenti in Italia; se sia intenzione del Governo dare carattere di priorità alla individuazione del deposito nazionale per lo stoccaggio dei rifiuti nucleari.

On. Tommaso Foti

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl