Camera

Salsomaggiore (Pr), incarico dirigenziale conferito ex articolo 110 TUEL; sono state rispettate le dovute procedure di evidenza pubblica?

Data: 13/09/2018
Numero: 4-01105 / Interrogazione a risposta scritta
Soggetto: MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE
Data Risposta: -

Per sapere – premesso che:

il comune di Salsomaggiore Terme (PR), con delibera di giunta municipale n. 113 del 1° luglio 2014, conferiva un incarico, ex articolo 110 del Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali, a tempo pieno e determinato di dirigente di alcuni servizi (istruzione e politiche giovanili, sociale, sviluppo economico, sportello unico per le attività produttive, turismo e promozione del territorio, cultura ed Europa sport, controllo di gestione, innovazione), all'ingegner S. A. (dirigente tecnico presso l'azienda ospedaliera di Parma, oggi in aspettativa). Con successivi provvedimenti sindacali veniva a quest'ultimo attribuita la competenza su ulteriori materie (aziende partecipate, bilancio e contabilità, economato; organizzazione delle risorse umane; tributi; funzioni supplenti di vice segretario comunale); 

l'articolo 110 del Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali consente l'assunzione da parte di un ente a tempo determinato, per figure di qualifica dirigenziale, responsabili dei servizi o degli uffici, alte specializzazioni, ravvisandosi, nell'ultima specifica in particolare, il possesso di competenze qualificanti, idonee a ricoprire il ruolo. Al riguardo, la Corte dei conti ravvisa la necessità di procedere con selezione pubblica, mediante concorso, e non con nomina fiduciaria, come accaduto nel caso de quo (ex multis la sezione Umbria n. 84 del 12 settembre 2017 ha affermato che « l'incarico deve essere conferito previa selezione pubblica volta ad accertare il possesso di comprovata esperienza pluriennale e specifica professionalità nelle materie oggetto dell'incarico » e che « la durata dell'incarico non può superare quella del mandato del Sindaco in carica »); 

il comune di Salsomaggiore, quindi, diversamente agendo, sembra all'interrogante aver conferito l'incarico suindicato più in relazione a quanto disposto dall'articolo 90 del TUEL (incarico fiduciario), che in relazione alla lettera dell'articolo 110 del TUEL; 

in seguito ai predetti fatti, venivano istituite due commissioni d'indagine presso l'Ente, le cui risultanze venivano, per competenza, trasmesse alle competenti autorità (Corte dei conti; procura della Repubblica). Inoltre, a seguito di una ispezione del Ministero dell'economia e delle finanze, veniva resa una relazione, depositata a settembre 2017 presso l'Ente e trasmessa alla competente procura, che ipotizzava irregolarità al riguardo (testualmente: « illegittima sarebbe stata l'assunzione dell'ingegner S., con conseguenti possibili responsabilità dell'Amministrazione »); 

risulta indetto in comune di Salsomaggiore un bando (n. 0030046/2018 del 6 agosto 2018, con scadenza il 17 settembre 2018) per l'assunzione a tempo indeterminato di un dirigente, per mobilità tra enti. Detto bando, tuttavia, appare censurabile sotto più profili, non richiedendo alcuna laurea specifica, ma magistrale generica, e colloquio orale –: 

se il Governo sia a conoscenza dei fatti sopra evidenziati e quale sia il suo orientamento al riguardo, anche in relazione ai principi di trasparenza ed efficacia dell'agire della pubblica amministrazione, come disposto dall'articolo 97 della Costituzione; 

se il Governo intenda disporre ogni utile verifica, nell'ambito delle proprie competenze, anche per il tramite dell'Ispettorato della funzione pubblica e dei servizi ispettivi di finanza pubblica, con specifico riferimento al conferimento dell'incarico ex articolo 110 del Tuel, in premessa richiamato.

On. Tommaso Foti

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl