Camera

Lavori 'fantasma' sulla A1, tratta Parma-Reggio in direzione Bologna; code tanto abituali quanto incomprensibili

Data: 01/08/2019
Numero: 4-03494 / Interrogazione a risposta scritta
Soggetto: MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI
Data Risposta: 02/04/2020

Per sapere – premesso che: 

da circa tre settimane, con cadenza quasi giornaliera, lungo la tratta autostradale della A1 che collega Parma con Reggio Emilia in direzione Bologna, si formano code, nella fascia oraria 06,30-09,30, anche di 10-12 chilometri – con conseguenti impegni di tempo di percorrenza biblici – per asseriti lavori sulla tratta che qui interessa;

appare quanto meno singolare che, nei fatti, chi percorre la detta tratta non riesca mai a trovare un cantiere in attività, tant'è che viene il ragionevole dubbio che altri siano le cause del formarsi di detti veri e propri blocchi; 

anche nella giornata del 1° agosto 2019 le code raggiungevano i 10 chilometri, nonostante gli avvisi ne indicassero 4 –: 

se intenda verificare presso il gestore della rete autostradale in questione le ragioni di una situazione non più ulteriormente sopportabile, se non altro perché non occasionale ma abituale, e richiedere allo stesso di assumere, con l'urgenza che il caso richiede ogni utile iniziativa al riguardo.

On. Tommaso Foti

RISPOSTA

Con riferimento all'atto di sindacato ispettivo in esame, sulla base delle informazioni pervenute alla Direzione generale per la vigilanza sulle concessionarie autostradali dalla società Autostrade per l'Italia, si forniscono i seguenti elementi di risposta. Tra l'11 luglio e il 1° agosto 2019, nella fascia oraria tra le 6 e le 10, sul tratto compreso tra Parma e Reggio Emilia direzione Bologna dell'A1, i sensori hanno registrato, in 3 occasioni, tempi di percorrenza superiori al valore di riferimento. In particolare: il 16 luglio, per un guasto alle attrezzature, un cantiere di lavoro notturno è stato rimosso poco dopo le 8, circa due ore dopo l'orario previsto, provocando disagi a causa della sovrapposizione con gli alti volumi di traffico della fascia mattutina e code con estensione massima di 13 chilometri; il 24 luglio, un incidente, risolto poco dopo le 7, ha determinato il blocco del traffico con code con estensione massima di 6 chilometri; il 1° agosto, un intervento per ripristino urgente della pavimentazione tra Terre di Canossa e Reggio Emilia, avviato nel corso della notte e terminato alle 7 e 30 circa, ha causato code con estensione massima di 10 chilometri. In tutti i predetti casi le code sono state segnalate per l'intera durata sia dal personale su strada, che attraverso pannelli a messaggio variabile, canali radiofonici, sito web e call center viabilità di Autostrade per l'Italia. Ad ogni modo il Ministero ha chiesto alla società concessionaria una maggiore attenzione nella programmazione dei prossimi cantieri per limitare il più possibile ogni disagio all'utenza. 

La Ministra delle infrastrutture e dei trasporti: Paola De Micheli.

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl