Navigando il sito tommasofoti.com, accetti il modo in cui utilizzamo i cookies per migliorare la tua esperienza.
OK

Camera

Piacenza, quartiere Infrangibile; intimidazioni al presidente del Comitato Infrangibile Sicuro, reprimere le attivita' dei violenti

Data: 19/06/2018
Numero: 4-00497 / Interrogazione a risposta scritta
Soggetto: MINISTRO DELL'INTERNO
Data Risposta: -

nell'ottobre 2017, alcuni componenti del collettivo Controtendenza Piacenza - pagina Facebook ControTendenza Piacenza, sito web https://ctpiacenza.org - e sedicenti (nel senso che così si sono presentati) associati alla Cooperativa Popolare Infrangibile 1946 (avente sede in Piacenza, Via Alessandria 16) si presentano alla prima riunione del "Comitato Infrangibile Sicuro" affermando di essere contrari alla nascita dello stesso atteso che

a novembre 2017 compaiono scritte offensive nei confronti di Ennio Soresi, (presidente del predetto Comitato) sia sulle panchine sia sui lampioni dei giardinetti dell'Infrangibile (posti in Via Serravalle Libarna). Ad alcuni anziani viene detto che, se aderiranno al Comitato in questione, saranno danneggiate le auto di loro proprietà e avvelenati i cani; 

nel mese di Gennaio 2018 violente discussioni si registrano al riguardo su Facebook. Un commentatore di post, tale Luca Jacoby, (che figurerebbe tra gli organizzatori del corteo del 10 febbraio 2018 nel corso del quale venne ferito il brigadiere capo dei Carabinieri Luca Belvedere) viene querelato per diffamazione;

nel mese di aprile 2018 appaiono scritte offensive, su panchine e lampioni del quartiere "Infrangibile", anche nei confronti dell'avvocato Sara Soresi, figlia del presidente del sopraddetto Comitato; 

nel mese di Maggio 2018 compare una scritta sull'ex Manifattura tabacchi a caratteri cubitali, recante

la sopra descritta situazione di tensione artatamente determinata, con reiterato ricorso alle più svariate minacce, non è più ulteriormente tollerabile, atteso che il Comitato in questione opera e si prodiga - alla luce del sole - in difesa dei cittadini della zona, a differenza di coloro che, a partire dal web, altro non sanno fare che a ricorrere a forme di violenza; 

se e quali iniziative siano state assunte dalle competenti autorità per prevenire e reprimere il sistematico ricorso a forme di violenza, esercitata sotto più profili, da parte di soggetti che, anche di recente, hanno pubblicamente esaltato il ricorso alla violenza come metodo di lotta politica.

On. Tommaso Foti

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl