Camera

Parma, locali di via Testi 10; a che titolo e da chi sono occupati?

Data: 15/04/2020
Numero: 5-03836 / Interrogazione a risposta in commissione
Soggetto: MINISTRO DELL'INTERNO, MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE, MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
Data Risposta: -

Per sapere – premesso che: 

con improvvida modulistica, poi modificata, il comune di Parma pretendeva una « dichiarazione di antifascismo » anche per l'erogazione del buono spesa. Detta dichiarazione resta tuttavia in essere per la richiesta, ad esempio, dell'occupazione di suolo pubblico e della concessione del passo carraio o per le associazioni, comunque denominate, che presentino istanza per la concessione di sale e immobili comunali; 

risulterebbe che in locali del comune di Parma, ubicati in via Testi 10, a suo tempo utilizzati – non ne è noto il titolo – dal collettivo Rete antifascista sia avvenuta nel 2010 una violenza sessuale, ai danni di una ragazza che vi aderiva. Detta violenza, scoperta nel corso di un'indagine riguardante altri fatti, negli anni successivi portava – già insediata la giunta Pizzarotti – alla condanna di alcuni degli esecutori materiali e di altri aderenti, questi ultimi per favoreggiamento dei primi; 

non risulta all'interrogante che l'amministrazione comunale di Parma, pur di fronte a una odiosa violenza, si sia costituita parte civile nei processi di cui sopra; 

apparirebbe gravissimo, secondo l'interrogante, se risultasse che il comune di Parma avesse concesso alle stesse condizioni già utilizzate in precedenza i locali di via Testi 10 – che risultano tuttora occupati – ad una associazione che pare sia in continuità con il citato collettivo –: 

se il Governo, in ragione della concessione in uso (se vi è stata) dell'immobile di cui in premessa e di altri, sempre di proprietà del comune di Parma, a enti e/o associazioni, intenda promuovere al riguardo, a tutela dei principi di trasparenza ed efficacia della pubblica amministrazione, una verifica da parte dell'ispettorato per la funzione pubblica e dei servizi ispettivi di finanza pubblica presso il comune di Parma.

On. Tommaso Foti

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl