Camera

Lavori di manutenzione del ponte sull'Adda; territorio lecchese isolato, fare quanto possibile per accelerare i lavori

Data: 01/10/2018
Numero: 5-00584 / Interrogazione a risposta in commissione
Soggetto: MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI
Data Risposta: -

Per sapere – premesso che: 

recentemente è stato chiuso, ovviamente per lavori urgenti di manutenzione, il ponte sull'Adda che, attraverso i comuni di Paderno d'Adda e Calusco, unisce, di fatto, le province di Lecco e Bergamo e collega il territorio a Milano e alla vasta Brianza; 

su quell'arteria transitano merci, anche di peso consistente, in quanto prodotte e lavorate dalle aziende manifatturiere lecchesi, che ora intaseranno percorsi alternativi assolutamente insufficienti e già congestionate; 

i lavori previsti dovrebbero durare due anni, un'eternità se si considerano le mirabolanti promesse di rimettere in piedi ex novo il « ponte Morandi » in meno di un anno; 

esiste, come già detto per la peculiarità della produzione industriale della zona, un problema molto serio di restrizioni e limitazioni di carico per i mezzi che transitano sui numerosi ponti e cavalcavia. Tali limitazioni comportano un penalizzante allungamento dei tempi di percorrenza per la consegna della merce e un appesantimento del traffico « tradizionale »; 

nel lecchese sono attive più di 25 mila imprese delle quali parecchie rappresentano un'autentica eccellenza nei settori di competenza. Aziende che risentono molto meno che nel resto della regione e del Paese del problema occupazionale e che producono quote sostanziose di prodotto interno lordo;

negli anni scorsi, le istituzioni del territorio e le categorie avevano presentato ipotesi di nuovi interventi infrastrutturali, alternativi rispetto agli attuali, per rendere più agevole il collegamento viario tra la provincia di Lecco e le attigue province di Bergamo, Como e Monza Brianza –: 

quale sia l'intenzione del Ministro interrogato, per quanto di competenza, in ordine alla necessità di accelerare i lavori di manutenzione del ponte sull'Adda e, in particolare, in merito alle proposte, avanzate da più parti, di realizzare infrastrutture alternative, anche stradali, che consentano, da un lato, la soluzione del problema dell'isolamento del territorio lecchese e, dall'altro, la « sopravvivenza » del traffico merci e pendolari anche in situazioni, come questa, di assoluto disagio.

Interrogazione sottoscritta dai parlamentari Butti, Foti e Trancassini. 

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl