Camera

Salsomaggiore, procedure per l'affidamento di diversi servizi; fare piena chiarezza sull'iter seguito

Data: 07/11/2018
Numero: 4-01579 / Interrogazione a risposta scritta
Soggetto: PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI, MINISTRO DELL'INTERNO, MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE, MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
Data Risposta: -

Per sapere – premesso che: 

con atto n. 35 del 16 luglio 2016, il consiglio comunale di Salsomaggiore Terme (in provincia di Parma) istituiva una commissione d'indagine interna, a termini dell'articolo 32 dello statuto comunale, al fine di verificare la correttezza degli iter procedurali, amministrativi e contabili seguiti nell'affidamento di alcuni servizi – e dei relativi contratti – per: 

a) la gestione dell'attività golfistica, da svolgersi nel compendio della struttura sportiva in località Pontegrosso; 
b) la gestione del palazzo dei Congressi e del Palazzetto dello Sport; 
c) lo sfruttamento delle concessioni minerarie denominate Tabiano I e Tabiano II; 

la richiamata deliberazione consigliare prescriveva alla istituenda commissione « di provvedere alla conclusione dei lavori e, quindi, al deposito presso l'Ufficio del Presidente del consiglio comunale, tramite il protocollo, entro il giorno 20 ottobre 2016 ». Con successive deliberazione del consiglio comunale di Salsomaggiore Terme (n. 51 del 27 ottobre 2016 e del 26 novembre 2018) il termine per il deposito della relazione finale veniva fissato entro e non oltre il 15 dicembre 2016; 

nel corso dei lavori della commissione che qui interessa, su istanza della stessa, venivano rese dal segretario generale del comune di Salsomaggiore Terme tre relazioni e segnatamente: il 24 ottobre 2016 (relativamente alla gestione del palazzo dei Congressi); il 23 novembre 2016 (relativamente alla gestione del campo da golf); del 5 dicembre 2016 (relativamente allo sfruttamento delle fonti termali da parte della società TST). Tutte le predette relazioni evidenziano situazioni che difficilmente l'interrogante ritiene possano essere in linea con il buon andamento della pubblica amministrazione; 

con esposti del 16 dicembre 2016 diretti alla procura della Repubblica di Parma e alla Procura regionale della Corte dei conti, ed inviati per conoscenza al responsabile dell'ufficio territoriale del Governo prefettura di Parma, quattro dei componenti la predetta commissione chiedevano che in ordine all'affidamento dei servizi sopra citati venissero svolti gli opportuni accertamenti, affinché – per quanto di competenza – venisse valutata la sussistenza di eventuali profili di rilevanza penale e/o contabile degli specifici fatti dedotti –: 

se il Governo sia a conoscenza dei fatti sopra evidenziati, quale ne sia l'orientamento al riguardo (in relazione ai principi di trasparenza ed efficacia dell'agire della pubblica amministrazione, come disposto dall'articolo 97 della Costituzione) e se intenda promuovere ogni utile ed immediata verifica, nell'ambito delle proprie competenze, anche per il tramite dei servizi ispettivi di finanza pubblica e dell'Ispettorato per la funzione pubblica, con specifico riferimento all'affidamento dei servizi in premessa richiamati, tenuto conto anche delle relazioni rese al riguardo dal segretario generale del comune di Salsomaggiore Terme.

On. Tommaso Foti

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl