Camera

Soprintendenza di Parma e Piacenza, occorre aumentare il numero di architetti in servizio; provvedere con urgenza

Data: 29/03/2018
Numero: 5-00004 / Interrogazione a risposta in Commissione
Soggetto: MINISTRO DEI BENI E DELLE ATTIVITA' CULTURALI E DEL TURISMO
Data Risposta: -

Per sapere – premesso che: 

appare oltremodo difficile la situazione in cui versa la Soprintendenza di Parma e Piacenza. Infatti, l'approvazione della graduatoria di merito del concorso e l'assegnazione di 130 – architetti indispensabili per rafforzare gli istituti periferici di tutela (ma non solo), quasi tutti carenti di tali, essenziali, professionalità – di cui alla determina dirigenziale del 1o marzo 2018 escludono la predetta Soprintendenza dalle assegnazioni in questione; 

consultando, per altro, l'elenco degli istituti esclusi da detta assegnazione, si nota come gli stessi (eccetto la Soprintendenza di Parma e Piacenza) non risultavano carenti del profilo professionale che qui interessa e, quindi, giustamente risultano esclusi;

nonostante la Soprintendenza di Parma e Piacenza, per il tramite della dirigente responsabile, abbia evidenziato l'assurda situazione verificatasi ai competenti uffici del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, nessuna risposta risulta essere stata resa; 

la predetta grave situazione in cui versa la Soprintendenza di Parma e Piacenza, se non venisse arricchita da nuove figure di funzionari architetti, è data, infatti, da un organico allo stato sottonumerario di 3 architetti su 8 (pari al 38 per cento) passibile di ulteriore peggioramento a fine anno in ragione del pensionamento di un altro architetto; 

pare evidente che, al di là di un inevitabile rallentamento delle istruttorie, ancora più difficile diventerà per la Soprintendenza onorare gli impegni di collaborazione già assunti con gli enti territoriali in appoggio a « Parma capitale della cultura 2020 », oltre che gestire le risorse erogate dal Ministero ex lege n. 232 dell'11 dicembre 2016 che ammontano ad oltre 8 milioni di euro –: 

se, alla luce delle considerazioni di cui in premessa e tenuto conto che nel mese di aprile 2018 il Ministero dovrebbe nuovamente attingere dalla graduatoria degli idonei del concorso in esame con l'assegnazione di nuovi architetti agli istituti attivi sul territorio nazionale, la Soprintendenza di Parma e Piacenza sarà inclusa tra gli istituti beneficiari dell'assegnazione, così da potere consentire alla stessa di puntualmente assolvere alle funzioni assegnate, con evidente giovamento per le istituzioni e le comunità locali interessate.

On. Tommaso Foti

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl