Camera

Variante della Tremezzina, tempi stretti; fondi statali a rischio

Data: 24/10/2018
Numero: 5-00813 / Interrogazione in commissione
Soggetto: MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI
Data Risposta: -

Per sapere – premesso che: 

la cosiddetta « Variante della Tremezzina », strada statale Regina-Lago di Como, è in fase di progettazione esecutiva; 

entro il 31 dicembre 2018 è prevista la pubblicazione del bando di gara, pena la perdita dei finanziamenti statali previsti; 

il primo firmatario del presente atto ha rivolto diversi quesiti al Governo in ordine alla realizzazione di questa opera strategica per la mobilità del Lario, ricevendo sempre risposte vaghe e imprecise, come segnalato più volte in fase di replica agli atti di sindacato ispettivo; 

in particolare, le risposte pervenute dal Governo sembravano confermare il rispetto del cronoprogramma previsto, essendo in fase di elaborazione il progetto esecutivo da parte di Anas; 

il 19 ottobre 2018 il presidente della regione Lombardia, Attilio Fontana, intervenendo prima ad un incontro istituzionale e poi a una conferenza stampa, ha dichiarato, come riportato dal quotidiano « La Provincia », che Anas ha detto di essere pronta non prima della fine di gennaio; 

tali dichiarazioni confermano, di fatto, quanto ripetuto più volte in sede istituzionale dal primo firmatario del presente atto, e cioè che il finanziamento statale è a rischio e le risposte del Governo sono evasive e superficiali; 

non dubitando gli interroganti di quando riportato dal quotidiano « La Provincia » in data 20 ottobre 2018, tantomeno delle dichiarazioni oculate del presidente Fontana, sorge spontaneo il dubbio che Anas abbia fornito versioni diverse al Governo e a regione Lombardia –:

quale sia la versione definitiva e ufficiale del Governo, e quindi dell'Anas, in merito al rispetto delle date previste dal cronoprogramma, nonché quale sia il piano alternativo nel caso Anas non sia nelle condizioni di confermare la pubblicazione del bando di gara entro il 31 dicembre 2018.

Interrogazione sottoscritta dai parlamentari Butti, Foti e Trancassini. 

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl