Camera

Reggio Emilia, tragedia di via Turri; contrastare efficacemente l'occupazione abusiva degli immobili

Data: 12/12/2018
Numero: 4-01858 / Interrogazione a risposta scritta
Soggetto: MINISTRO DELL'INTERNO
Data Risposta: -

Per sapere – premesso che: 

via Turri a Reggio Emilia, è una delle aree più problematiche della città, teatro di spaccio, periodiche risse e illegalità: non a caso, da anni, i residenti e i comitati cittadini si battono chiedendo di risolvere il problema dell'occupazione abusiva delle cantine da parte di stranieri irregolari, senza che tuttavia la questione sia mai stata risolta; 

uno spaventoso incendio si è sviluppato intorno alle 23,50 del 9 dicembre 2018 in una palazzina posta al civico 33 della predetta via e risulterebbe essersi sprigionato nelle cantine che, come detto, da tempo sono oggetto di allarme per l'abusiva occupazione che se ne fa. Il bilancio dell'incendio è di due morti, due coniugi marocchini di 52 e 56 anni, e alcune decine di feriti; 

i vigili del fuoco, durante le bonifiche condotte, avrebbero trovato nelle cantine tracce di coperte e di sacchi a pelo bruciati, la qual cosa renderebbe plausibile l'ipotesi, ancora ufficialmente da verificare, secondo cui qualcuno avrebbe trovato rifugio nelle cantine per scaldarsi, essendo lì stati rinvenuti anche alcuni pneumatici –: 

come risulta dal quotidiano Gazzetta di Reggio del 13 ottobre 2018, un assessore del comune di Reggio Emilia [Sassi] annunciava l'avvio di una « linea dura » nei confronti delle occupazioni abusive di cantine e scantinati, già note da anni, sostenendo la necessità di iniziative repressive –: 

se il Ministro interrogato intenda chiarire quali iniziative repressive siano state messe in campo, per quanto di competenza, per contrastare e risolvere l'annoso problema delle occupazioni abusive di cantine e scantinati registrata in diversi immobili ubicati nel comune di Reggio Emilia, a partire da quelli posti in via Turri; 

se e quali iniziative intenda assumere il Ministro interrogato, per quanto di competenza, al fine di concorrere a contrastare efficacemente il fenomeno delle occupazioni di immobili abusivamente occupati ed, in particolare modo, nel comune di Reggio Emilia; 

se il Ministro interrogato – attesa la situazione di sistematica violazione di norme di legge da parte di una significativa parte della popolazione extracomunitaria che, nei fatti, si è impadronita dell'area limitrofa alla zona della stazione di Reggio Emilia – non ritenga utile adottare iniziative per includere tra le città coinvolte nella iniziativa « strade sicure » anche quella di Reggio Emilia.

On. Tommaso Foti

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl