Camera

Emendamento/3 - Disposizioni per la citta' di Genova ed altre urgenze

Data: 25/10/2018
Numero: 41. 0300.
Soggetto: Camera dei Deputati
Data Risposta: 31/10/2018

Disegno di legge: Conversione in legge del decreto-legge 28 settembre 2018, n. 109, recante disposizioni urgenti per la città di Genova, la sicurezza della rete nazionale delle infrastrutture e dei trasporti, gli eventi sismici del 2016 e 2017, il lavoro e le altre emergenze (A.C. 1209-A)

PROPOSTA EMENDATIVA 

Dopo l'articolo 41, aggiungere il seguente: 

ART. 41-bis. 

1. All'articolo 184-ter del decreto legislativo n. 152 del 2006, dopo il comma 5, è aggiunto il seguente: 

« 5-bis. Per ciascuna tipologia di rifiuto, fino alla data di entrata in vigore del relativo decreto di cui al comma 2, i criteri specifici di cui al comma 1 possono essere stabiliti dalle Regioni e dalle Province autonome di Trento e Bolzano per il singolo caso, nel rispetto delle condizioni ivi indicate, tramite autorizzazioni rilasciate ai sensi degli articoli 208, 209 e 211, nonché ai sensi del titolo III-bis della parte seconda del decreto legislativo n. 152 del 2006. Restano ferme le autorizzazioni già rilasciate, alla data di entrata in vigore della presente disposizione, ai sensi degli articoli 208, 209, 211, nonché ai sensi del titolo III-bis della parte seconda del decreto legislativo n. 152 del 2006, ove conformi alle condizioni di cui al comma 1 ». 

Emendamento sottoscritto dai parlamentari: Foti, Fidanza, Rotelli, Trancassini, Lollobrigida, Meloni, Butti.

Nella seduta del 30 ottobre 2018 il Governo ha espresso parere contrario all'emendamento. 

Nella seduta del 31 ottobre 2018, stante la presentazione contestuale di un ordine del giorno accolto sul medesimo tema, Foti ha provveduto al ritiro dell'emendamento.

DIBATTITO IN ASSEMBLEA, SEDUTA DEL 31 OTTOBRE 2018

PRESIDENTE...Passiamo alla votazione dell'articolo aggiuntivo 41.0300 Foti. Ha chiesto di parlare per dichiarazione di voto il deputato Foti. Ne ha facoltà. 

TOMMASO FOTI (FDI). Signor Presidente, l'emendamento in questione riguarda un tema molto delicato. Per quanto mi riguarda avevo già sollevato la questione con un'interrogazione parlamentare a cui il Governo ha dato risposta in data 19 luglio convenendo sul fatto che, a seguito di una sentenza del Consiglio di Stato, si aprisse un vuoto normativo per quanto riguardava il processo della fine dei rifiuti. Ora io non pretendo che il Governo e il relatore accolgano quella che è una proposta votata all'unanimità dalla Conferenza Stato- Regioni, anche perché sia il relatore che il Governo hanno in mano la documentazione al riguardo. Però non avendo problemi di bandierine legislative ritiro l'emendamento, avendo presentato un ordine del giorno con il quale si invita il Governo ugualmente a provvedere al riguardo, così come il Governo si era impegnato a fare nei mesi scorsi.

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl