Navigando il sito tommasofoti.com, accetti il modo in cui utilizzamo i cookies per migliorare la tua esperienza.
OK

Archivio

"Pasticci procedurali su nomine e deleghe di Giunta"


Tommaso foti (Pdl) è tornato a criticare la turbolenta formazione della giunta. Il destro gliel'ha fornito la comunicazione ieri in consiglio comunale sulle modifiche di attribuzione delle deleghe agli assessori fatta dal sindaco Paolo Dosi che ha formalizzato il passaggio a Francesco Timpano della competenza sulle partecipate inizialmente trattenuta dal sindaco stesso. «Di comunicazioni ne avrebbe dovute fare due dal momento che anche le politiche giovanili sono passate di mano (da Tiziana Albasi a Paola Beltrani, ndr) », ha osservato foti prima di puntare nuovamente il dito sulla data di accettazione della nomina da parte di Francesco Cacciatore che dalle carte risulta il 5 giugno quando in realtà è avvenuta tre giorni dopo, il che, ha incalzato il pidiellino, rende urgente modificare l'atto dirigenziale sui compensi al vicesindaco che li fa decorrere dal 5 giugno.
Contestazione, quella di foti, che unitamente a un'altra sulla regolarità formale degli atti della pratica sull'aliquota Imu, ha sollevato il contrattacco di Michele Bricchi (Pd) che le ha liquidate come «perdite di tempo in questioni formali che ci aiutano poco nella discussione di oggi».
Ancora foti, nelle comunicazioni ha chiesto (e ottenuto) un minuto di silenzio per il carabiniere italiano ucciso in Afghanistan.

da Libertà

26/06/2012

facebbok

Rassegna Stampa

Tommaso Foti TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl