Navigando il sito tommasofoti.com, accetti il modo in cui utilizzamo i cookies per migliorare la tua esperienza.
OK

Archivio

"L'eplosione di Grillo? Non è solo colpa della sinistra"


"Gli analfabeti delle analisi post-elezioni attribuiscono il travaso di voti a Grillo dalla sinistra. In realtà e' stato più votato dalla destra". E' il bilancio di Tommaso Foti all'ex circoscrizione 2, insieme ai simpatizzanti di Fratelli d'Italia. "Piacenza viene indicata come provincia di centrodestra, in realtà in questa occasione abbiamo preso il 28,73 per cento, e rispetto alla sinistra oggi siamo indietro di 6 punti, visto che a fatto il 34 per cento. Non so poi se qualcuno si è accorto che il primo partito d'Italia, di centrodestra, è passato dal primo al terzo posto. Io non brindo al fatto che Grillo metta in difficoltà il Pd, perché io voglio che il centrodestra vinca. L'operazione gambero, cioè quella di considerare vincente il fatto di aver perso meno, è un'operazione di seppellimento politico".

Foti poi non nasconde che il mancato raggiungimento di un risultato positivo per Fratelli d'Italia sia imputabile anche a strategie non accorte all'interno del centrodestra. Alla Regione Lazio si è voluto candidare Storace, de La Destra, per non dare spazio a Fratelli d'Italia, e i risultati si sono visti.

"Non ho scelto questo progetto per ambizioni personali - ribadisce - e ora ci si prospetta la sfida, quella di radicarci sul territorio per le prossime elezioni. L'esplosione di Grillo e' anche colpa nostra: non abbiamo fatto nulla per cambiare la riforma elettorale e ridurre il numero dei parlamentari. Si è' poi aperta la lotteria delle promesse elettorali, e la proposta di salario minimo avanzata dal M5S ha fatto presa tra i giovani e i disoccupati".

IL COMUNICATO UFFICIALE:
Foti: in 50 giorni con Fratelli d'Italia abbiamo fatto un miracolo

Prima riunione post elettorale per Fratelli d'Italia alla sala della circoscrizione 2, a pochi passi dalla sede del PdL. L'occasione per fare il punto sull'andamento elettorale del partito, ma anche sulle prospettive future.

E' stato Tommaso Foti a rompere il ghiaccio con un intervento tanto appassionato quanto realista. "Quando siamo partiti con il progetto di Fratelli d'Italia ho detto a chi voleva aderire che non lo doveva fare perché c'era Tommaso Foti, ma perché credeva nel progetto di allargare il centrodestra". "A distanza di alcuni giorni dal responso delle urne - ha continuato Foti - e dal destino cinico e baro che mi esclude dal Parlamento siamo qui per dire che andiamo avanti e che contrasteremo in ogni sede eventuali tentativi d'inciucio". Esaminando i dati elettorali, l'esponente di Fratelli d'Italia ha sostenuto che "ad ogni livello Grillo ha fatto razzia nell'elettorato tradizionale sia del centrodestra sia del centrosinistra. Solo evitando innaturali ed impure commistioni politiche sarà possibile evitare un'ulteriore espansione elettorale del comico genovese".

Foti ha quindi aggiunto riferendosi al voto in provincia di Piacenza che " l'arretramento del centrodestra rispetto alle politiche del 2008 è estremamente più marcato e significativo di quello del centrosinistra. Ne segue che Grillo ha pescato più tra i nostri elettori: non porsi il problema di come andarli a recuperare significa condannarsi a future sconfitte".
Lamentando lo scarsissimo rilievo dato dai media al suo partito, l'esponente di Fratelli d'Italia ha osservato che "se ci fosse stata data un pò più di visibilità avremmo potuto recuperare in modo più significativo il voto di protesta che anche nel centrodestra come visto ha preso la strada di Grillo." Quanto a Fratelli d'Italia "abbiamo fatto un miracolo - ha sostenuto Foti- solo che si pensi che in 50 giorni di vita vale a livello nazionale già più di Casini ed è la metà della Lega di Maroni.

A Piacenza siamo andati bene e siamo partiti col piede giusto. Ora è il momento di crescere, radicandosi anche nei comuni più difficili."

"Se qualcuno pensava che la conseguenza della mia mancata elezione ha concluso Foti - fosse il nostro sciogliere le righe si sbagliava di grosso. Da oggi iniziamo a preparare le elezioni amministrative ed europee del 2014, certi che quello conseguito nei giorni scorsi e' solo il primo di una lunga stagione di successi che ci attende".

da piacenzasera.it

02/03/2013

facebbok

Rassegna Stampa

Tommaso Foti TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl