Navigando il sito tommasofoti.com, accetti il modo in cui utilizzamo i cookies per migliorare la tua esperienza.
OK

Rassegna Stampa

'I militari del Genio Pontieri impiegati nelle strade', ok dal Consiglio

Data: 26/01/2018

Ok dal Consiglio comunale (nella seduta del 22 gennaio) di Piacenza alla proposta di impegnare i militari del Genio Pontieri per pattugliare le strade del capoluogo Piacenza. A favore della risoluzione di Fratelli d'Italia si è espresso tutto il centrodestra, Pd, Liberi e Movimento 5 Stelle (contro Piacenza in Comune, non ha partecipato Piacenza Più). L'Esercito italiano porta avanti dal 2008 l'operazione "Strade sicure" sul territorio nazionale. Attualmente sono impegnati sette mila militari in 48 località italiane con oltre 1100 mezzi. Dal 2008 in virtù di questa operazione, a fronte di quasi tre milioni di controlli, sono state arrestate oltre 15mila persone per 2,2 tonnellate di sostanze stupefacenti intercettate. «Dati concreti – commenta Fratelli d'Italia - che dimostrano l'effetto di deterrenza che i militari esercitano sul territorio», quando sono stati chiamati ad operare. L'operazione coinvolse Piacenza solo in due occasioni, nel passato: ai tempi della seconda Giunta Reggi nel 2009 e nel 2010. Poi mai più: nel 2016 Fratelli d'Italia riportò in auge la proposta e il sindaco Paolo Dosi provò a farsi sentire con il prefetto per ottenere i militari, non ottenendo un riscontro positivo. Da Tommaso Foti e Giancarlo Migli (Fratelli d'Italia) è partita nuovamente la richiesta: il Comune di Piacenza si impegnerà, presso il Ministero della Difesa, così per ottenere l'ok per l'impiego dei militari del II Reggimento Genio Pontieri di Piacenza in pattuglie miste.

Ilpiacenza.it

AGGREDIRE FALSE COOP
Castelnuovo Rangone (Modena), 26 gen. - Ma per Bersani bisogna anche "cambiare la normativa sugli appalti, in modo che tra appaltante e appaltatore non ci siano scalini di diritti e retribuzione". È necessario quindi "fare assolutamente qualcosa di piu', e nel nostro programma tutte queste cose ci sono", evidenzia il leader LeU. Dopo il passaggio alla Castelfrigo, Bersani si e' spostato alla polivalente di San Damaso, quartiere di Modena, dove alle 19 si tiene l'iniziativa pubblica ribattezzata "La buona politica: onesta, concreta, partecipata. Per i molti, non per i pochi". Bersani tornera' a commentare sullo scenario nazionale, illustrera' le proposte del programma di LeU e dialoghera' con compagni e curiosi. Non e' mancato, anche questa volta, un giro tra le cucine, dove Bersani ha ricevuto incoraggiamenti e pacche sulle spalle dalle signore ai fornelli. Si chiudera' a San Damaso con un aperitivo e una cena di autofinanziamento, in presenza di diversi candidati alle prossime politiche. Intanto e' stato deciso che si terra' venerdi' 2 febbraio la prima seduta della commissione speciale sulle false coop avviata in Regione. Oggi la presidente dell'Assemblea legislativa, Simonetta Saliera, dopo aver acquisito le designazioni dei componenti dei gruppi, ha firmato l'atto di convocazione della prima seduta che servira' a eleggere presidente e due vicepresidenti. Della commissione fanno parte per il Pd Mirco Bagnari, Gianni Bessi, Stefano Caliandro, Massimo Iotti, Lia Montalti, Antonio Mumolo, Nadia Rossi, Luca Sabattini, Luciana Serri e Marcella Zappaterra; per la Lega Stefano Bargi e Daniele Marchetti; per il M5s Raffaella Sensoli e Giulia Gibertoni; per Forza Italia Galeazzo Bignami; per Sinistra Italiana Igor Taruffi e Yuri Torri; per Fdi Tommaso Foti; per L'Altra Emilia-R. Piergiovanni Alleva; per il Mdp Silvia Prodi. 

(Lud/ Dire)

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl