Rassegna Stampa

Altri due rebus il mercato e i Venerdi' piacentini

Data: 18/05/2020

Temi che necessitano di risposte impellenti: banchi in centro? Come si anima la città?

Non solo pratiche urbanistiche. Rimasti in sospeso ci sono anche un paio di temi, per così dire più popolari, che impongono all'amministrazione comunale soluzioni immediate: sono il futuro del mercato bisettimanale e i Venerdì Piacentini. Come ogni forma di commercio al dettaglio su area pubblica, anche il mercato è pronta alla ribascita dopo l'emergenza Covid. Governo e Regione hanno stilato le linee guida per la Fase 2. Sulla carta, dunque, da mercoledì prossimo il mercato potrebbe riprendere in forma integrale (in questo periodo erano solo gli alimentaristi a lavorare), naturalmente nel rispetto delle regole e delle precauzioni anti-contagio. Ma come riprendera? E dove? Sul Pubblico Passeggio per garantire maggiore distanziamento ai banchi. Oppure resterà in centro storico come molti reclamano. In questi giorni il dibattito è tornato alla ribalta. Mauro Saccardi (FI) e Tommaso Foti (Fdi) hanno proposto la soluzione di un mercato diffuso in centro, con i banchi spalmati nelle vie limitrofe alle due piazze principali Duomo e Cavalli, o anche nelle altre piazze. Il tempo stringe e l'assessore al Commercio Stefano Cavalli è chiamato a dare una risposta. Cosa accadrà invece ai Venerdì Piacentini, la rassegna estiva che da anni anima il centro storico portando un importante indotto a tutto il commercio? Come si farà a conciliare la ripresa con le vie e le strade di Piacenza zeppe di persone? Prima dell'emergenza c'erano stati due passaggi tecnici da parte del Comune: le domande di collaborazione e la manifestazione di interessi. Al momento il futuro è ancora nebuloso.

Libertà

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl