Rassegna Stampa

Festival del Giallo, ok unanime. Ma la mini-manovra fa discutere

Data: 18/09/2018

L'iniziativa voluta dall'assessore Polledri. Critiche da Foti sulla gestione dei soldi per la cultura

Si è preso i complimenti di quasi tutta l'aula, l'assessore alla cultura Massimo Polledri. Il "suo" Festival del Giallo, in programma il 17 e 18 novembre prossimi a Piacenza, è stato approvato all'unanimità dal consiglio comunale. Un'iniziativa che ha visto l'amministrazione comunale, con l'assessore Paolo Passoni, presentare ad hoc una variazione di bilancio da 10mila euro. A contribuire all'iniziativa, per complessivi 40mila euro, altri enti: 10mila euro da un contributo regionale, altrettanti dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano, mentre 5mila a testa dalla Banca di Piacenza e dalla società River Volley 2001. Nelle intenzioni dell'assessore Polledri si vuole promuovere un genere che ha una platea di appassionati, valorizzando le location più suggestive di Piacenza, da palazzo Gotico a palazzo Galli, dalla sala dei Teaini all'auditorium Sant'Ilario, dalla biblioteca Passerini Landi a palazzo Farnese, in chiave anche di promozione turistica. Ha votato a favore, Tommaso Foti (Fd'I). Ma ha fatto anche rumore l'appunto mosso su una "manovrina" da soli 10mila euro: «Nemmeno l'ultimo dei Comuni di Milano ricorre a variazioni così. Non si può arrivare a tutte le iniziative con l'acqua alla gola ricorrendo alla questua. Gli eventi di politica culturale devono avere più dignità e avere una programmazione consona e fatta con anticipo»

Libertà 

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl