Rassegna Stampa

I mal di pancia di Pavesi: 'Da adesso votero' di testa mia'

Data: 27/05/2018

Il leghista: «Preso in giro dagli uffici urbanistici». Bisticcio in aula tra Foti (Fdi) e Pecorara (Fi)

Stavolta ha sbottato sul serio Nelio Pavesi. Sostiene di essersi «sentito preso in giro dal personale degli uffici dell'urbanistica». Al punto di dirsi «pentito di aver votato a favore su alcuni provvedimenti passati». «D'ora in avanti - ha aggiunto - valuterò tutti i provvedimenti e li voterò con coscienza in base all'interesse della collettività». Nella maggioranza torna dunque a suonare un campanello d'allarme. Se sia intenzione reale o uno sparo a salve non è ancora dato sapersi. Fatto sta che l'insofferenza del leghista è sempre più manifesta. Il j'accuse di Pavesi riguarda il recente avvio dei lavori di costruzione di due condomini alti 16 metri all'ex Unicem (zona Farnesiana) in una zona dove pullulano villette trifamigliari. «Un progetto che oltre a danneggiare economicamente chi ha sacrificato risparmi per acquistare una villetta, è in totale disarmonia con gli equilibri urbanistici della zona». L'altra ragione di disappunto di Pavesi deriva dall'atteggiamento di «reticenza» che avrebbero tenuto alcuni funzionari e dipendenti comunali. «Alle mie svariate richieste di spiegazione sul progetto, mi dissero che non ne sapevano nulla, salvo poi vedere che le loro firme compaiono nella pratica. Così non va bene». In coda al consiglio da segnalare nervi tesi tra Tommaso Foti (Fdi) e Sergio Pecorara (Fi) sull'opportunità di presentare mozioni e risoluzioni da parte della maggioranza.

Libertà 

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl