Rassegna Stampa

'Ricorso perso contro Amazon l'Ispettorato paghi le spese legali'

Data: 28/11/2019

Foti (Fdi) scrive al ministro per il caso degli ex interinali costretti a versare 600 euro

«L'Ispettorato del lavoro si faccia carico delle spese legali a carico degli ex lavoratori di Amazon». Lo chiede il deputato piacentino Tommaso Foti (Fratelli d'Italia) rivolgendosi al ministro del Lavoro Nunzia Catalfo, in riferimento alla vicenda che, nelle scorse settimane, ha visto protagonista una quarantina di ex lavoratori interinali di Amazon. Questi ultimi, assistiti dal sindacato Ugl, avevano fatto ricorso per chiedere l'assunzione. Il giudice del lavoro del tribunale di Piacenza ha respinto la richiesta e li ha condannati al pagamento delle spese legali (600 euro). «Se questa vicenda non colpisse duramente tanti lavoratori – afferma ora Foti - la si potrebbe persino definire una farsa». Foti ricorda: «Nel giugno 2018 fu proprio l'Ispettorato del Lavoro, in una nota diramata a mezzo stampa, a diffondere la notizia che, testuali parole, l'azienda aveva utilizzato tra luglio e dicembre 2017 i lavoratori somministrati oltre i limiti quantitativi individuati dal contratto collettivo applicato e sempre l'Ispettorato del lavoro – aggiunge ancora il parlamentare piacentino - in una lettera ad ogni lavoratore indicava di valutare l'opportunità di attivarsi per il riconoscimento dei propri diritti. A seguito di queste comunicazioni diversi lavoratori si sono rivolti alle rispettive sigle sindacali o a legali di fiducia per far valere i propri diritti, ma i ricorsi sono stati tutti respinti, poiché gli interessati non avrebbero impugnato gli atti relativi entro 60 giorni dalla conclusione del rapporto di lavoro». Il nodo, secondo il deputato piacentino, sta proprio in questo. «Amazon – dice - ha reso disponibili i dati sui lavoratori somministrati solo il 20 giugno 2018 e, per questo motivo, l'azienda era stata sanzionata dall'Ispettorato del Lavoro». Questo ritardo, secondo i sostenitori della tesi dei lavoratori, ha quindi differito la presentazione dei ricorsi per il semplice fatto che gli ex interinali hanno saputo solo dopo il termine dei 60 giorni che potevano presentarli. Le istituzioni, in parte responsabili del danno patito dai lavoratori, hanno il dovere di non voltarsi dall'altra e di intervenire».

Libertà

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl