Rassegna Stampa

E dal centrodestra Foti rilancia la sfida: dobbiamo asfaltarli

Data: 17/02/2018

In S. llario il candidato alla Camera per la coalizione e gli altri "colleghi" 
A sorpresa sul palco il sindaco Barbieri. 
Pisani: chiudere centri sociali 

PIACENZA • Per la prima volta radunato tutto insieme in questa campagna elettorale, il centrodestra piacentino sfoggia la carica delle migliori occasioni: «Chi si aspettava i franchi tiratori rimarrà deluso nel vedere una sala come questa». Si è rivolto con queste parole alla platea in Sant'Ilario, Tommaso Foti, candidato alla Camera per per la coalizione, durante l'evento che ha segnato l'ingresso ufficiale nella fase clou di questa campagna elettorale per le Politiche del 4 marzo. Una serata nel segno dell'unione di intenti e di forze che, a detta di tutti i candidati e di tutti i partiti dello schieramento, è e sarà la strada giusta per «asfaltare il centrosinistra e mandarlo definitivamente a casa». Sul tavolo dei relatori e tutto intorno a fare d'arredamento al salone strapieno, manifesti e bandiere della Lega, di Fratelli d'Italia, di Forza Italia e di Noi con l'Italia. Ad aprire l'incontro pubblico è stata Patrizia Barbieri, sindaco di Piacenza, chiamata sul palco a sorpresa: «Solo pochi mesi fa abbiamo vinto le elezioni amministrative dopo una campagna elettorale basata su quello che poteva sembrare uno slogan ma che per noi è molto di più e rappresenta il nostro impegno, e cioè "uniti si vince"». Barbieri parla di candidati «di altissimo livello» e aggiunge: «E' importantissimo che tutti noi ci impegniamo a far eleggere i nostri candidati - ha proseguito - perché solo loro rappresentano il cambiamento. Dobbiamo staccare decisamente la sinistra, dobbiamo andare al governo con una maggioranza schiacciante». Dopo il sindaco e dopo gli interventi di Jonathan Papamarenghi e di Fabio Callori, rispettivamente segretario provinciale e vicecoordinatore regionale di Forza Italia, hanno preso la parola uno ad uno i vari candidati: Giancarlo Tagliaferri, Francesca Gambarini, Romano Tribi ed Elena Murelli. Clou della serata gli interventi di Foti e del leghista Pietro Pisani: «Dobbiamo spazzarli via, asfaltarli, mandarli a casa» ha detto Foti. «Dobbiamo superarli con un risultato a due cifre e, perché no, doppiarli». Anche da Pisani parole durissime sul centrosinistra e non solo: «Chiuderemo i centri sociali - ha promesso - che non sono altro che agglomerati di illegalità. Basta impunità, è così che si sta distruggendo l'Italia. Non è possibile che dopo i fatti di sabato, dopo che un carabiniere è stato malmenato e ferito da manifestanti di sinistra, il giorno dopo costoro vadano sui giornali a rivendicare le loro ragioni».

Libertà

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl