Rassegna Stampa

Foti: impegno dal 2016 sui seggiolini salvavita

Data: 09/10/2019

Lettera al quotidiano Libertà dell'on. Tommaso Foti.

Caro direttore, incurante delle dichiarazioni e valutazioni rese da terzi, mal sopporto le censure di fatti inoppugnabili che umiliano il diritto/dovere di cronaca. Mi riferisco alle ricostruzioni dei fatti a proposito della cosiddetta Legge salva-bebè, nota anche come Legge Meloni. Sarà qui il caso di ricordare per rendere un' informazione completa e bipartisan, come nel resoconto e nel fondo di Libertà (di ieri-ndr) si sostiene, si sarebbe potuto/dovuto ricordare che: A) con deliberazione n. 94 del 28 Settembre 2016 la Assemblea Legislativa dell'Emilia-Romagna approvava alla unanimità la proposta di legge alla Camere - ai sensi dell'articolo 121 della Costituzione - a mia firma (la n. 708, presentata l'8 giugno 2015) avente ad oggetto la modifica dell'articolo 172 del codice della strada, con cui si disponeva l'installazione del dispositivo acustico sui seggiolini auto per bambini; B) non essendo stata discussa dalle Camere nella XVII Legislatura detta proposta, rieletto deputato nel marzo del 2018 chi scrive ha presentato la predetta proposta di legge (n. 655 del 24 maggio 2015), primo tra i parlamentari piacentini (quella dell'on. Murelli reca il n. 722 del 12 giugno 2018) e preceduto nella presentazione - secondo gerarchia politica - dalla proposta di legge n. 652 a firma dell'on. Meloni; C) come risulta dal verbale stenografico della seduta della Camera dei Deputati nella seduta del 25 Luglio 2018 per le proposte di legge Meloni e Foti summenzionate, l'Assemblea deliberava l'assegnazione delle stesse in sede legislativa. Nel verbale della Commissione Trasporti della Camera del 31 luglio 2018 il Presidente della stessa ricordava testualmente che "nella seduta del 25 luglio 2018 l'Assemblea ha deliberato l'assegnazione in sede legislativa delle proposte di legge C. 651 Meloni e C. 655 Foti". Segnala, altresì, che in data 30 luglio, per consentire alla Commissione di procedere all'abbinamento richiesto dall'articolo 77 del Regolamento, sono state assegnate in sede legislativa le proposte di legge C. 646 Bergamini, C. 656 De Lorenzis, C. 722 Murelli, C. 732 Gebhard e C. 997 Pizzetti.>; D) infine, approvata la legge ma non il decreto che ne consente l'applicazione, anche in tal senso mi sono attivato per sollecitare una positiva soluzione della vicenda, atteso anche la tragedia ripetutasi nei giorni scorsi a Catania. Al riguardo il 25 settembre svolgevo il question time alla Camera nel quale sollecitavo l'adozione del precitato decreto, indispensabile ai produttori di dispositivi acustici per porli in vendita secondo le prescrizioni dallo stesso indicate. Questi i fatti. Dopo di che ognuno si comporta come meglio crede. 

Tommaso Foti 
Deputato di Fratelli d'Italia

La replica del Direttore Pietro Visconti
Non è il caso di evocare "censure", come la pubblicazione della lettera dimostra. È giusto riconoscere l'impegno dell'onorevole Foti per avviare l'iter e far arrivare al traguardo la legge salva-bambini "dimenticati" in auto. Ci scusiamo per il giorno di ritardo.

Libertà

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl