Rassegna Stampa

Fratelli d'Italia - Da Foti interrogazione al ministro sulle selezioni del personale in Comune

Data: 28/10/2018

Il deputato: <<E' ora di dare un taglio ai concorsi di dubbia legittimità>>

<<E' ora di dare un taglio ai concorsi di dubbia legittimità>>; così Tommaso Foti, deputato di Fratelli d'Italia, che contesta in una interrogazione rivolta al ministro Bongiorno le procedure di selezione del personale seguite dal comune di Fidenza. <<L'ufficio Unico del personale dei comuni di Salsomaggiore e Fidenza - spiega Foti - ha nuovamente sollecitato la mia attenzione. E' passato poco più di un mese da quando, con un altro atto ispettivo, ho interessato il Ministero per la Semplificazione e la Pubblica amministrazione rispetto alle procedure di assunzione utilizzate>>. Il parlamentare fa riferimento a quanto verificatosi a Salsomaggiore, dove nel mese di agosto è stato attivato un bando di mobilità tra enti che ha suscitato l'interesse di Fratelli d'Italia, tanto in Parlamento quanto sul locale. <<Nell'ottobre del 2017 il comune di Fidenza - rimarca Foti nella nuova interrogazione - ha dato avvio ad una procedura di mobilità volontaria tra enti finalizzata all'assunzione sempre di un dirigente amministrativo a tempo pieno e indeterminato. La procedura seguita è stata tale che, nei mesi successivi, il Tar di Parma ha provveduto a censurarla, annullando il bando e condannando il comune di Fidenza al pagamento delle spese legali>>. <<Il reiterarsi di situazioni tra loro simili, nonché dai medesimi esiti infelici, getta sconcerto. E' infatti dovere della pubblica amministrazione operare con trasparenza e per mezzo di procedure di evidenza pubblica inequivocabili e inattaccabili. Auspico - è l'appello di Foti - che il ministro Bongiorno scenda in campo in prima persona, disponendo i dovuti accertamenti e ripristinando una condizione di legalità>>. 

Gazzetta di Parma

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl