Rassegna Stampa

Maltempo, maxigrandinata e allagamenti in Valtidone

Data: 13/04/2018

Maxigrandinata e allagamenti in Valtidone (Piacenza). E' il bilancio del forte temporale che nel primo pomeriggio del 12 aprile ha investito tutta l'area occidentale della provincia, da Castelsangiovanni a Ziano. di 15 Galleria fotografica Grandinata in Val Tidone Svariate le telefonate ai vigili del fuoco per segnalare allagamenti; la strada provinciale 412, alle porte del paese, è stata invasa dall'acqua e sul posto stanno lavorando i mezzi del 115 di Bobbio e Castello. Nel video e nelle foto la situazione come appare subito dopo la violenta ondata di maltempo. Molto colpita l'area tra Albareto, Seminò e Corano, ma allagamenti si sono verificati anche a Trevozzo di Nibbiano e Borgonovo. Sentita è la vicinanza dell'onorevole Tommaso Foti ai cittadini della Valtidone: "Voglio manifestare – spiega Foti – la mia piena solidarietà ai cittadini della Valtidone, con particolare riferimento agli imprenditori agricoli, che in queste ore sono stati colpiti gravemente da eventi atmosferici del tutto fuori dall'ordinario. Ritengo indispensabile – conclude Foti – che venga proclamato immediatamente lo stato di calamità naturale". La richiesta di Pisani e Murelli (Lega). «Gravi danni all'agricoltura, soprattutto ai vigneti e ai campi con le piantine di pomodoro – «Solidarietà ai cittadini e agli agricoltori colpiti dalla forte grandinata in Val Tidone di questo pomeriggio che, secondo le prime stime, avrebbe causato seri danni soprattutto ai vigneti, dove sono spuntate le prime gemme, e ai campi dove sono state trapiantate le prime piantine di pomodoro. Un evento eccezionale che richiede lo stato di calamità per tutelare due eccellenze agroalimentari della nostra terra». Lo affermano i parlamentari della Lega, il senatore Pietro Pisani e la deputata Elena Murelli.

Piacenzasera.it

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl