Rassegna Stampa

Manifestini anti-Soresi, interrogazione di Foti 'Una campagna vile'

Data: 29/11/2019

Nuovo attacco alla consigliera di Fdi. Il parlamentare si rivolge alla ministra Lamorgese: «Infrangibile, clima pesante di intimidazione»

Un titolo, "Via fascisti e mafiosi dal nostro quartiere!". E una fotografia di qualche tempo fa che ritrae la consigliera comunale Sara Soresi (Fratelli d'Italia) con Giuseppe Caruso, l'ex presidente del Consiglio finito in carcere questa estate con l'accusa di essere un affiliato della 'ndrangheta. E' il contenuto di un manifestino anonimo circolato ieri all'Infrangibile, quartiere dove la Soresi risiede e dove negli ultimi anni si sono registrati diversi episodi di tensione che hanno avuto come bersaglio la sezione provinciale di Fratelli d'Italia di via Stradella. «I fascisti di "Fratelli d'Italia" hanno portato la mafia (per la precisione la n'drangheta) a Piacenza e nel nostro quartiere. Proprio quei "Fratelli d'Italia" che nel quartiere Infrangibile sono da due anni animatori, tramite la loro consigliera Soresi, di un comitato per la sicurezza che ha ottenuto il solo risultato di portare tra persone tranquille e mansuete la paura». Questo uno dei passaggi contenuti in un volantino che, oltre a Sara Soresi (nei giorni scorsi già minacciata con un foglio con una croce recapitato nella cassetta della posta, vedi Libertà del 27 novembre), prende di mira anche il padre della consigliera Ennio, portavoce del comitato Infrangibile sicuro. Sul caso è stata immediatamente presentata una denuncia alla Digos. Dura la condanna degli esponenti locali del partito della Meloni. Nell'annunciare una nuova interrogazione alla ministra dell'Interno Lamorgese, il deputato Tommaso Foti parla di una campagna di affissione «vile, meschina e infamante». «Con più interrogazioni parlamentari ho evidenziato al Ministro dell'Interno il clima di pesante intimidazione che si avverte nei confronti di chi milita a destra, e più precisamente in Fratelli d'Italia all'Infrangibile. Anziché ottenere una risposta si è preferito ignorare quanto puntualmente avevo evidenziato». Alla Soresi la solidarietà dello stesso Foti, dei colleghi del gruppo consigliare di Fdi e degli alleati di Forza Italia.

Libertà

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl