Rassegna Stampa

Motorizzazione, il governo promette: 'Correttivi in arrivo'

Data: 15/10/2018

Foti (Fdi), che aveva interrogato l'esecutivo, replica: «Occorre subito più personale»

Affrontare e risolvere la situazione di grande difficoltà in cui operano gli uffici della motorizzazione civile, a partire dall'impossibilità di eseguire le operazioni di collaudo e di revisione dei mezzi pesanti in tempi adeguati, in una provincia, come quello piacentina , che è la capitale dell'autotrasporto e della logistica. A sostenere la necessità di un urgente intervento al riguardo, l'interrogazione presentata dal deputato piacentino di Fdi Tommaso Foti, che ha investito della questione il Governo. E' dei giorni scorsi la risposta resa dal sottosegretario alla Infrastrutture, Michele Dell'Orco, che ha riconosciuto come molti uffici della Motorizzazione, tra i quali quelli della sezione di Piacenza, soffrono di una carenza di personale tecnico che si riflette sullo svolgimento delle attività di revisione e collaudo, incluse quelle dei mezzi pesanti. Riferendosi specificatamente all'attuale situazione della Motorizzazione di Piacenza, Dell'Orco ha precisato che «la sezione ha in organico un solo ingegnere e tre tecnici, i quali, oltre ad effettuare operazioni di collaudo e revisione, sono impegnati nell'espletamento di tutte le altre numerose attività istituzionali, tra le quali gli esami di guida, compresi quelli per le patenti superiori, attività quest'ultima caratterizzata da elevatissima domanda dell'utenza». Ciononostante, grazie all'organizzazione e all'impegno profuso dal personale in servizio, l'ufficio di Piacenza ha compiuto più di 14.000 revisioni nell'anno 2017, in numero decisamente superiore agli altri uffici provinciali (11.300 Parma, 7.500 Modena e 6.500 Reggio Emilia). Proprio con riferimento alla carenza del personale rispetto alla mole di lavoro richiesta, il rappresentante del Governo ha affermato che «per la sezione di Piacenza sono in corso due correttivi di imminente attuazione: l'assegnazione di un nuovo ingegnere che prenderà servizio entro la fine dell'anno e l'indizione di un bando di concorso per l'assunzione, tra l'altro, di 6 ingegneri da assegnare all'Ufficio della Motorizzazione Civile di Parma e alle sezioni di Piacenza, Reggio Emilia e Modena». Sempre alfine di fronteggiare le criticità riscontrate negli uffici di Piacenza, Dell'Orco ha ricordato che fin dal mese di aprile «sono stati applicati alcuni correttivi organizzativi e aumentate le ore mensili destinate alle attività di revisione, usufruendo delle sedi esterne, un modus operandi che pur comportando un maggior onere di spesa diretta, risulta preferito da alcuni autotrasportatori per motivi logistico-organizzativi». Nella sua replica, il deputato di Fratelli d'Italia ha osservato che «la risposta resa dal rappresentante del Governo individua solo in parte le soluzioni più adeguate». Per Foti appare chiaro che «solo l'assegnazione di nuovo personale in modo permanente può fare fronte efficacemente alle notevoli carenze di personale e che l'assegnazione dello stesso in relazione al numero di veicoli immatricolati non rappresenta più un criterio adeguato».

Libertà

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl