Rassegna Stampa

Nuovi ingressi in FdI prendono la tessera tre amministratori

Data: 10/11/2019

Sono Paola Campopiano Giuseppe Freppoli e Riccardo Giarola

«Siamo un partito che ama metterci la faccia» inizia a dire Filippo Bertolini in una sala Cattivelli assiepata di persone. Ed è proprio lui, come coordinatore provinciale di Fratelli d'Italia, a presentarne i tre nuovi volti che da ieri sono entrati ufficialmente in FdI sono quelli dei vicesindaci di Carpaneto e Castellarquato Paola Campopiano e Giuseppe Freppoli e del consigliere comunale di maggioranza di Monticelli Riccardo Giarola. Gli ultimi due arrivano rispettivamente da Forza Italia e Lega, mentre per Campopiano l'ingresso in un partito ha il sapore della novità. «Ma con i principi di FdI sono cresciuta - assicura dopo che i consiglieri regionali Giancarlo Tagliaferri e Fabio Callori le hanno ceduto la parola - non ho mai nascosto le mie idee politiche». Ha 47 anni, una laurea in Lettere a Cassino, insegna a Carpaneto e dal 2017 è entrata in politica: «Ho iniziato a occuparmene da neofita, senza sapere cosa fosse una delibera e adesso ho sette assessorati e la nomina a vicesindaco - spiega - oggi scendo in campo perché credo in questi principi». Sarà già in corsa per le Regionali. Giarola invece ha 30 anni giusti giusti e una laurea in Scienze politiche: «Sono attivo in politica da 10 anni e da 3 nell'amministrazione di Monticelli – spiega – per me è un'esperienza importante come lo sono certi ideali: quelli di FdI li sento miei». Freppoli invece, classe 1966, arriva dalle file di Forza Italia: è imprenditore agricolo e vicesindaco di Castellarquato anche se, spiega, «dal 1995 al 2009 sono stato in minoranza: da dieci anni faccio l'assessore e sono stato anche consigliere provinciale dal 2017 a 2019, oltre che essere stato nominato cavaliere della Repubblica».

Poker di candidati 
La giornata di Fratelli d'Italia è poi proseguita con la kermesse, molto partecipata, il cui ospite d'onore è stato l'onorevole Francesco Lollobrigida, capogruppo alla Camera dei deputati. «Daremo battaglia alla Camera sulla manovrà finanziaria, così come i nostri esponenti si spenderanno indipendentemente dalle festività natalizie o dal freddo per espugnare la regione Emilia Romagna. Liberare la Regione rappresenta il primo passo fondamentale per liberare l'Italia dal governo giallo-rosso». L'onorevole Foti da parte sua ha elogiato i quattro candidati piacentini «dei quali siamo fieri: Giancarlo Tagliaferri, Fabio Callori, Gloria Zanardi e Paola Campopiano».

Libertà

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl