Rassegna Stampa

Ribaltone in Forza Italia. Palmizio fuori dalle liste

Data: 30/01/2018

NON è andato lui a consegnare le liste alla Corte d'Appello di Bologna. Un gesto che è valso più di mille parole, quello di Massimo Palmizio. Coordinatore regionale di Forza Italia, collaboratore storico e fidato consigliere di Silvio Berlusconi, Palmizio non correrà alle Elezioni Politiche del 4 marzo. Difficile una sua permanenza, di conseguenza, al coordinamento azzurro. Ieri l'ex senatore ha affidato alle agenzie poche parole di commento: «Le scelte di Berlusconi si condividono punto e basta. Né più ne meno. Lui sceglie per il meglio. Da me zero polemica». La sua esclusione fa parte di un largo piano di riassetto deciso da Arcore, in tutta Italia: fuori Razzi, Carraro e Crimi, oltre al coordinatore delle Marche dimissionario, Ceroni, e a tanti ex An. INSOMMA, una serie di colpi di scena che comprendono anche la capolista del plurinominale alla Camera su Bologna: è Nunzia De Girolamo, che i retroscena vorrebbero ripescata sotto le Torri dopo la sua improvvisa esclusione notturne dalle liste campane. Con lei nel listino di Bologna il capogruppo regionale Galeazzo Bignami, Erika Seta e Giuseppe Vicinelli. Gli altri capilista alla Camera per Forza Italia sono Galeazzo Bignami (Forlì — Cesena — Rimini), Vittorio Sgarbi (Ferrara — Modena) e Michaela Biancofiore (Parma — Piacenza — Reggio). Al Senato inFRATELLI D'ITALIA Daniela Santanchè corre come capolista al plurinominale del Senato vece, nel collegio di Bologna i candidati sono Anna Maria Bernini, Luigi Amicone, Cristina Coletti, Fabrizio Ragni. Mentre Paolo Romani è il capolista del plurinominale al collegio dell'Emilia ovest, seguono Anna Maria Bernini, Enrico Aimi e Laura Schianchi. VENENDO ai collegi uninominali, la geografia del centrodestra sul territorio bolognese presenta un paio di sorprese. La Lega, che fa il pieno di collegi — ben 15, 7 a Forza Italia, 3 a Fratelli d'Italia e uno alla Quarta Gamba' dell'Udc — si prende il collegio 'Bologna Mazzini' e candida Francesca Scarano, attuale capogruppo del Carroccio a Palazzo d'Accursio. Sfiderà Andrea De Maria (Pd) e altre due donne, Alessandra Carbonaro (Cinque Stelle) e Anna Falcone (LeU). Gli altri collegi vanno a Giuseppe Vicinelli (Forza Italia, sindaco di Sant'Agata), candidato a San Giovanni in Persiceto, e a Eugenia Maria Roccella, parlamentare uscente ed ex sottosegretario data in quota Forza Italia e che invece correrà per la Quarta Gamba' di Cesa. Su Imola la candidatura è di Simonetta Mingazzini, sempre Forza Italia. Al Senato, all'uninominale di Bologna si candida la presidente di Confedilizia, Elisabetta Brunelli (Forza Italia), mentre nell'altro collegio (Bologna — Ferrara — Imola) c'è Alberto Balboni di Fratelli d'Italia. I capilista nei collegi plurinominali alla Camera sono per la Lega Carlo Piastra (Modena e Ferrara), Gianluca Vinci (Parma-PiacenzaReggio), Gianni Tonelli (Bologna) e Jacopo Morrone (Romagna). Con il segretario del sindacato di Polizia Sap, nel listino a Bologna ci saranno Francesca Scarno, Luciano Baccillieri e Elisabetta Giberti. Al Senato invece su Bologna fa capolino come capolista Lucia Borgonzoni, seguita daMaurizio Campari, Maria Marabini e Roberto Biondi. La consigliera comunale è candidata anche nell'altro collegio del Senato (oltre che su Piacenza), ma in seconda posizione, capolista è Armando Siri, il teorico della 'flat tax'. DANIELA Santanchè invece è la capolista del listino proporzionale bolognese al Senato, per Fratelli d'Italia. Con lei in lista Alberto Balboni, Renata Dal Fiume e Fabiano Nofori. Alla Camera invece il capolista è Ilenia Lucaselli, secondo Felice Caracciolo, poi Chiara Mengoli e Gabriele Giordano. Il coordinatore regionale di Fratelli d'Italia, Tommaso Foti, è candidato all'Uninominale alla Camera su Piacenza, mentre l'ex ministro Ignazio I.a Russa è capolista al plurinominale del Senato nel collegio Parma, Piacenza, Modena e Reggio Emilia.

Resto del Carlino Bologna

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl