Rassegna Stampa

Statale 45, finora sono stati finanziati 60 milioni su 120

Data: 16/01/2021

Foti chiede che la De Micheli fornisca chiarimenti circa la copertura finanziaria dei lavori

«Per l'ammodernamento della Statale 45 sono stati stanziati dal governo 60 milioni di euro mentre Anas ne ha stimati necessari il doppio, circa 120 milioni: prima di procedere con l'iter delle commissioni parlamentari sul decreto del presidente del Consiglio, il ministro dei trasporti Paola De Micheli deve chiarire la copertura finanziaria». È la richiesta dell'onorevole Tommaso Foti (Fratelli d'Italia) sui previsti lavori di sistemazione della Statale 45, specialmente nel tratto Rivergaro – Cernusca, in risposta all'annuncio dato nei giorni scorsi del parlamentare Davide Zanichelli (Movimento 5 Stelle). Quest'ultimo aveva annunciato su Libertà l'avvio dell'iter parlamentare per il progetto da 149 milioni di euro. Secondo Foti, Zanichelli si è dimenticato di riferire diverse problematiche emerse durante la riunione congiunta delle commissioni trasporti e lavori pubblici della Camera, in cui si è parlato anche del decreto del presidente Giuseppe Conte sulla gestione commissariale di diverse opere, tra cui la Statale 45. Riunione alla quale il pentastellato – a detta dell'onorevole piacentino – non era presente. «Prima di tutto, il presidente della Camera ha inviato alle presidenti delle due commissioni una lettera in cui evidenzia che la procedura descritta dalla relazione illustrativa dello schema di decreto differisce da quella seguita in occasione dell'iter formativo di identico schema di decreto» spiega Foti. «I testi trasmessi dal Governo non risultano coerenti con il dettato legislativo, né appaiono convincenti le giustificazioni espresse nella relazione illustrativa per il perfezionamento dell'atto, che anzi contrastano con alcune consolidate prassi parlamentari». Lo schema di decreto contiene la messa in sicurezza della Statale 45 nel tratto di 11 chilometri tra Rivergaro e Cernusca (allargamento della strada, "raddrizzamento" di alcune curve, fino al viadotto di 180 metri a tre campate sul rio Cernusca) ma anche la costruzione del nuovo ponte di Lenzino crollato nei mesi scorsi e il cui cantiere è già stato avviato. Soprattutto per Foti mancano ancora il nome del commissario e 60 milioni di euro per finanziare i lavori. «Nel decreto risultano stanziati 60 milioni di euro, somma rispetto alla quale il responsabile di Anas, cioè dell'ente che dovrebbe verosimilmente esprimere il commissario per quell'opera, ha stimato necessario uno stanziamento di risorse economiche pari a più del doppio, cioè 120 o 130 milioni di euro» sottolinea l'onorevole. «Per tutti questi motivi, ho chiesto che le presidenti delle commissioni convochino in audizione la ministra Paola De Micheli, in modo da chiarire i criteri con i quali sono state selezionate le opere, precisando se si tratti di interventi prossimi all'avvio, oltre che verificare la copertura finanziaria. Non solo: appare non più rinviabile l'indicazione da parte del governo dei nominativi dei commissari che intende nominare, come peraltro richiesto dal presidente della Camera, per porre rimedio all'anomalia procedurale nell'esame dell'atto».

Libertà

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl