Navigando il sito tommasofoti.com, accetti il modo in cui utilizzamo i cookies per migliorare la tua esperienza.
OK

Rassegna Stampa

Anche il Movimento 5 stelle chiede spiegazioni sulla biglietteria ferroviaria di Lugo


Un cartello affisso nella nella stazione ferroviaria di Lugo spiega che dal 6 novembre la biglietteria sarà aperta solo il lunedì mattina, passando così da 5 giorni di apertura a uno soltanto. Dopo l'interrogazione dei consiglieri regionali Pd Bagnari e Rontini e quella di Tommaso Foti (Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale), anche il consigliere regionale del Movimento 5 stelle Andrea Bertani ha presentato un'interrogazione alla giunta regionale, sottolineando come la stazione abbia "un bacino di utenti elevato", ma i limiti nei collegamenti fra Ravenna e Bologna "costringano molti utenti a ricorrere all'auto per gli spostamenti". Snocciola dati, Bertani, raccolti sul sito istituzionale della Regione, e spiega come si registrino "2.362 movimenti giornalieri nella stazione di Luogo, nonostante un calo dei passeggeri saliti e un aumento di quelli scesi". Dunque, per l'esponente M5s, "non sussistono ragioni commerciali che possano giustificare l'annunciata chiusura della biglietteria, mentre esistono ragioni per la scelta opposta". Per questo, Bertani chiede all'esecutivo regionale "cosa intenda fare per protestare con Trenitalia ed evitare che l'ultima stazione con biglietteria presidiata della Romagna che guarda al ferrarese sia chiusa, se intenda chiedere l'estensione dei servizi di biglietteria in altre stazioni nelle quali progressivamente è stato chiuso, se nel contratto di servizio di Trenitalia siano previsti livelli minimi di apertura delle biglietterie e se, infine, ritenga di dover inserire il tema dei trasporti e dell'organizzazione dei servizi ferroviari fra gli ambiti di intervento dell'annunciata richiesta di autonomia regionale".

RAVENNATODAY.IT


06/11/2017

facebbok

Rassegna Stampa

Tommaso Foti TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl