Navigando il sito tommasofoti.com, accetti il modo in cui utilizzamo i cookies per migliorare la tua esperienza.
OK

Rassegna Stampa

Foti e le dimissioni dalla Regione: 'Si e' attivato l'iter di legge'

Data: 07/04/2018

«Tutto regolare». L'esponente di Fdi ribatte al M5s sul tema incompatibilità dopo l'elezione 
PIACENZA • Alla seduta dell'Ufficio di presidenza del consiglio regionale, svoltasi giovedì, «ho preannunciato le mie decisioni, in attesa di farlo pubblicamente nel corso dell'Assemblea Legislativa che si terrà nei prossimi giorni». Lo fa sapere Tommaso Foti (Fdi) nel comunicato in cui replica alla polemica sulle sue mancate dimissioni da consigliere regionale sollevata dal capogruppo del M5s Silvia Piccinini. «Ben piccole», secondo Foti, «le conoscenze» della grillina «in materia di incompatibilità», quella che scatta a seguito dell'elezione in Parlamento di alcuni consiglieri regionali emiliano-romagnoli tra cui l'esponente piacentino di Fdi. E se la Piccinini ha definito inaccettabile «l'attendismo sulle dimissioni» dal consiglio regionale, Foti ribatte sottolineando l'errore di «equiparare la data delle elezioni politiche, all'insediamento del Parlamento, alla non ancora intervenuta convalida degli eletti». E' «a ragione», cioè «nelle forme previste - non regalate - dalla legge», che Foti, così come i consiglieri regionali di Forza Italia Enrico Aimi (modenese) e Galeazzo Bignami (bolognese), put, «stabilire se scegliere di stare in Parlamento o in Regione», scrive il neo deputato piacentino. «Se la consigliera Piccinini si fosse peritata di fare un accesso agli atti, saprebbe che chi scrive il giorno 23 marzo 2018 ha notificato alla Presidente dell'Assemblea (e ad altri) di essersi insediato alla Camera: da quel momento la Presidente dell'Assemblea ha attivato le procedure di legge in corso, fermo restando l'immediata sospensione di ogni emolumento», informa Foti facendo osservare di aver partecipato, dal 23 marzo in poi, all'attività della Regione «non solo gratuitamente ma con spese di trasferimento (non poche) a suo esclusivo carico». «Tutti sono consci della assoluta regolarità del comportamento tenuto», polemizza Foti evidenziando di avere preannunciato, «doverosamente ed istituzionalmente», all'Ufficio di presidenza decisioni «che, di certo, non mi rimangerò, ma con argomentazioni che faranno arrossire (se è possibile di più di quanto non la sia) la consigliera Piccinini, cosicché - magari in streaming - ogni suo (raro) elettore possa verificare come male abbia riposto la propria fiducia, delegandola ad una persona che mai sa di cosa parla».

Libertà

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl