Navigando il sito tommasofoti.com, accetti il modo in cui utilizzamo i cookies per migliorare la tua esperienza.
OK

Rassegna Stampa

La biglietteria della stazione Fs rimanga aperta non solo il lunedi'


LUGO Pioggia di critiche per la decisione di Trenitalia di ridurre sensibilmente il servizio «La biglietteria della stazione Fs rimanga aperta non solo il lunedì» 

La biglietteria della stazione ferroviaria di Lugo, in provincia di Ravenna, a seguito della decisione di Trenitalia, dal prossimo 6 novembre sarà aperta solamente il lunedì mattina. Ad oggi, invece, il servizio viene garantito tutte le mattine dal lunedì al venerdì. Dopo la comunicazione a sopresa di Trenitalia, si sono levate numerose critiche da parte delle forze politiche e di molti cittadini. «In questi giorni, nella biglietteria della stazione di Lugo è apparso un cartello che preannuncia, con pochi giorni di anticipo, la sua chiusura per quattro giorni alla settimana a partire dal prossimo 6 novembre - riportano i consiglieri regionali Pd Mirco Bagnari (primo firmatario dell'atto) e Manuela Rontini -. Si dovrebbe passare, quindi, da cinque giorni di apertura settimanali a uno, il lunedì, dalle 6.30 alle 13.30. Una notizia difficile da digerire - continuano i Consiglieri regionali - e che, dopo aver colto alcune indiscrezioni, si inserisce in un'azione più ampia da parte di Trenitalia. Pare infatti che vogliano chiudere anche altre biglietterie in Emilia-Romagna. Ci siamo immediatamente attivati, quindi, per depositare un documento con il quale chiediamo alla Regione di approfondire la questione e se intenda attivarsi nei confronti di Trenitalia per chiedere di sospendere e riconsiderare il piano di chiusura delle biglietterie delle stazioni ferroviarie in Emilia-Romagna trovando soluzioni alternative che tutelino maggiormente i viaggiatori. Quella di Lugo è la stazione di riferimento per un ampio bacino di pendolari e vi fermano numerosi treni veloci sia al mattino sia al pomeriggio. Aprire per un solo giorno a settimana la biglietteria, che rappresenta anche un valido punto di informazioni per gli utenti, pensiamo sia un disservizio difficilmente giustificabile - stigmatizzano Bagnari e Rontini - e che penalizza un territorio ampio come quello della Bassa Romagna». Dopo l'interrogazione dei consiglieri regionali Bagnari e Rontini, interviene anche Legambiente a tutela della qualità dei servizi offerti. Infine è arrivata la denuncia di Tommaso Foti (Fdi-An) in un'interrogazione presentata in Regione. Il capogruppo chiede alla giunta se «ritenga di dovere assumere ogni utile iniziativa volta ad ottenere che il servizio di biglietteria nella stazione di Lugo continui ad essere effettuato tutte le mattine dei giorni feriali». La decisione assunta da Trenitalia, secondo il consigliere, «appare del tutto sbagliata e meglio sarebbe stato se la Società si fosse preoccupata di prestare maggiore attenzione alla linea Ravenna-Bologna, sulla quale risultano in attività treni obsoleti, con gli impianti di riscaldamento e raffreddamento che non funzionano regolarmente». Foti, infine, sottolinea come questi tagli al servizio «finiscano per penalizzare inopinatamente gli utenti del servizio ferroviario».

Sette sere


03/11/2017

facebbok

Rassegna Stampa

Tommaso Foti TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl