Rassegna Stampa

Provincia e Regione, Fd'I: 'La sinistra va mandata a casa'

Data: 16/09/2018

Vertice del partito, Foti e Tagliaferri: «La formula vincente è quella del centrodestra unito»

E' ora di mandare a casa la sinistra, tanto dalla Provincia come dalla Regione». Suona la carica il coordinatore regionale di Fratelli d'Italia, Tommaso Foti, che venerdì ha chiamato a raccolta i dirigenti e gli amministratori del partito. Foti non ha dubbi: «Nei mesi a venire radicheremo ulteriormente il nostro movimento politico che, già oggi, può contare su donne e uomini di comprovata qualità ed esperienza. Mandare a casa la sinistra – ha tuonato Foti – rappresenta una priorità per poter ridare un futuro al nostro territorio e alla nostra regione». Il deputato del movimento politico di Giorgia Meloni non si è fatto tema di parlare di alleanze: «Per poter mettere in campo le proposte politiche che servono – ha spiegato Foti – la formula vincente è quella del centrodestra, forte della sua pluralità ma anche unito e legato da valori comuni propri dei partiti e movimenti politici che lo compongono». Si è spaziato sull'attualità politica, soffermandosi sul ruolo del governo giallo-verde rispetto alle future alleanze. Foti si dice sicuro che «al di là della formazione del Governo tra 5Stelle e Lega, nato dalla necessità di non portare dopo due mesi dalle elezioni gli italiani alle urne, il centrodestra c'è, a partire dalle menti e dai cuori degli Italiani. Sarà nostro compito mettere in campo una proposta politica coerente, all'insegna di risposte certe e utili per andare incontro alle richieste e alle esigenze dei cittadini». Oltre alle imminenti elezioni provinciali, nel 2019 si voterà anche per le elezioni europee le Regionali. A lanciare la sfida per Bologna è Giancarlo Tagliaferri, consigliere di Fratelli d'Italia, che ha annunciato «un tour de force in tutte le vallate della provincia per incontrare i cittadini e le amministrazioni locali che – ad oggi – sono trattate dalla Regione come una piccola "periferia dell'impero". Dopo cinquant'anni di dominio incontrastato in Emilia-Romagna, il potere della sinistra traballa e ci sono le condizioni per realizzare un effettivo cambiamento. Il centrodestra unito ce la può fare»

Libertà

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl