Navigando il sito tommasofoti.com, accetti il modo in cui utilizzamo i cookies per migliorare la tua esperienza.
OK

Rassegna Stampa

Rancan e Foti incalzano la Regione sul caso Gardesa


I consiglieri scrivono alla giunta Bonaccini: timori per l'occupazione locale 

CORTEMAGGIORE • I consiglieri regionali Matteo Rancan (Lega) e Tommaso Foti (FdI) hanno presentato un'interrogazione in Regione sulla situazione dell'azienda Gardesa Assa Abloy di Cortemaggiore. «Gardesa è una realtà importante per il nostro territorio - ha spiegato Rancan - e quindi deve necessitare di grande attenzione ed interessamento da parte di tutta la politica. Abbiamo presentato questa interrogazione, alla quale la giunta Bonaccini dovrà rispondere martedì direttamente in aula, perché credo fortemente che le preoccupazioni dei lavoratori meritino attenzione. L'occupazione è uno dei punti fondamentali per lo sviluppo della nostra società e quindi è necessario fare chiarezza sullo stato di salute di questa impresa che è presente da tanti anni sul territorio comunale e provinciale». L'azienda sta attuando un piano di riorganizzazione e questo piano, come riportato nell'interrogazione, prevede la procedura di cassa integrazione per 85 dipendenti. Tale necessità non deriva da una debolezza finanziaria dell'azienda, bensì da una "meccanizzazione" di diverse mansioni, prevedendo dunque una riduzione della manodopera. Ricollocare 85 dipendenti sarebbe estremamente difficile e i lavoratori stessi hanno più volte sollecitato le istituzioni a dimostrare sostegno nei loro confronti, in modo particolare nella fase di trattativa e confronto con l'azienda. Rancan e Foti chiedono alla giunta "di esprimere sostegno ai lavoratori, vigilando affinché vengano garantite le tutele legali per i dipendenti e la piena occupazione lavorativa, valutando incontri con la società".

Libertà


26/11/2017

facebbok

Rassegna Stampa

Tommaso Foti TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl