Rassegna Stampa

Regione, Fratelli d'italia raddoppia: oggi Callori al posto di Fabbri (Lega)

Data: 25/06/2019

L'ingresso al fianco di Giancarlo Tagliaferri: «Ma questo risultato non è una rivincita nei confronti di Forza Italia»

Fratelli d'Italia raddoppia la propria presenza in Regione: da oggi infatti Fabio Callori entrerà in consiglio al fianco di Giancarlo Tagliaferri. Callori prende quindi il posto di Alan Fabbri della Lega Nord, recentemente eletto sindaco di Ferrara e quindi incompatibile con la carica di consigliere regionale. Una nomina che FdI ha voluto anticipare dando l'annuncio ufficiale ieri in Comune, insieme a Callori erano presenti l'onorevole Tommaso Foti e Giancarlo Tagliaferri. Callori ha tenuto a precisare che questo risultato non rappresenta una sorta di "rivincita" nei confronti del suo precedente partito Forza Italia, «questo perché non mi piace parlare del passato, ma sono già concentrato sul futuro, non solo per il nostro territorio, ma per tutta l'Italia. Possiamo dire che Fratelli d'Italia occupa tutti i vari livelli istituzionali, Parlamento, Regione e Comuni con sindaci e assessori, dobbiamo lavorare per cercare di accorciare questa distanza che c'è ancora fra Piacenza e Bologna, e per assicurare l'efficienza delle varie infrastrutture e i collegamenti tra i diversi territori. Sono certo che i piacentini ci daranno il giusto merito se faremo bene il nostro lavoro, c'è entusiasmo e impegno». Oggi Callori si metterà immediatamente al lavoro, a Bologna presenterà infatti un intervento «sul trasporto pubblico. Abbiamo visto, anche in veste di sindaci, che in questi anni le risorse sono state tagliate sempre di più a livello locale, vogliamo capire se Piacenza viene considerata in modo giusto». Complimenti e auguri di buon lavoro di rito arrivati dall'altro consigliere Tagliaferri, così come da parte di Foti, che ha aggiunto come «la nostra non sia una corsa con Forza Italia, non stiamo facendo una battaglia su chi ha il maggior numero di consiglieri, ma puntiamo semplicemente a conquistare il nostro spazio all'interno del centrodestra, che credo proprio che in questo momento sia maggiore rispetto a loro e dunque ci proponiamo come prima forza».

Libertà

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl