Navigando il sito tommasofoti.com, accetti il modo in cui utilizzamo i cookies per migliorare la tua esperienza.
OK

Rassegna Stampa

Tesoro di Verdi: Parma si muove, Piacenza latita


Tesoro di Verdi: Parma si muove, Piacenza latita 
Materiale inedito del Maestro finirà all'asta da Sotheby's a Londra il prossimo 26 ottobre 

PIACENZA • L'obiettivo è mobilitarsi per non rischiare di perdere il tesoro di Giuseppe Verdi - lettere e materiale inedito appartenuto al maestro che visse nel Piacentino - che finirà all'asta da Sotheby's a Londra il prossimo 26 ottobre. Oltre ad essere stato interessato il ministro per i Beni culturali (Mibact) Dario Franceschini, si sono già mossi il sindaco di Parma Federico Pizzarotti, il prorettore vicario dell'Università di Parma Giovanni Franceschini, la direttrice generale del Teatro Regio di Parma Anna Maria Meo e il presidente dell'istituto nazionale di Studi Verdiani Nicola Sani. Le istituzioni piacentine, al momento, sembrano latitare. Lo si evince dalla risposta resa dall'assessore regionale alla Cultura Massimo Mezzetti a un'interrogazione presentata nei giorni scorsi dal consigliere regionale Tommaso Foti (Fdi-An) che chiedeva quali iniziative intendesse prendere la giunta regionale per non vedere disperso tale patrimonio culturale. Mezzetti ha fatto presente che «la Regione Emilia Romagna non ha gli strumenti per partecipare all'asta di Sotheby's». «Ci siamo subito mossi, seppur informalmente, per verificare cosa ne pensasse il ministero e dal Gabinetto del Ministro ci è stato risposto che della questione era stata immediatamente investita la Direzione Generale degli Archivi», scrive Mezzetti. «Ho scritto una lettera al ministro Franceschini per chiedere in che modo intenda muoversi affinché questo prezioso materiale possa rimanere unito, accessibile e consultabile e/o se non possa farsi parte attiva nell'acquisizione dello stesso - si legge - ho appreso dalle Agenzie di stampa che analoga sollecitazione è stata rivolta al Ministro anche dal sindaco di Parma Pizzarotti assieme al pro rettore vicario dell'Università Giovanni Franceschini, alla Direttrice Generale del Teatro Regio Anna Maria Meo e al presidente dell'istituto nazionale di Studi Verdiani Nicola Sani. Sappiamo che, al momento, è in corso un'istruttoria da parte degli uffici del Ministero e che il Ministro si è riservato di prendere una decisione alla chiusura dell'istruttoria stessa».

Libertà


20/10/2017

facebbok

Rassegna Stampa

Tommaso Foti TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl