Navigando il sito tommasofoti.com, accetti il modo in cui utilizzamo i cookies per migliorare la tua esperienza.
OK

Regione (Archivio)

Argine del Secchia, pesanti dichiarazioni del Direttore Aipo; fu 'alluvione annunciata'?

Data: 15/01/2018
Numero: 5959
Soggetto: Assemblea

Per sapere, premesso che: - 

come risulta da notizie di stampa (Gazzetta di Modena del 10 gennaio 2018), nel corso di un interrogatorio reso davanti al Pubblico Ministero, il direttore Aipo Emilia-Romagna, ingegnere Fabrizio Giuffredi, con riferimento all'alluvione del gennaio 2014 che colpi la bassa modenese e parte del comune di Modena, avrebbe sostenuto che Aipo era consapevole dei rischi di rottura dell'argine del Secchia e, proprio per questa ragione, preparò un progetto di paratia nelle casse di espansione vicino a Campogalliano, ma la Regione Emilia-Romagna non solo nego' il finanziamento per mancanza di fondi, ma neppure si rese disponibile ad utilizzare a tal fine i fondi del Naviglio del Panaro; 

il predetto direttore Aipo avrebbe altresì reso noto che l'argine del Secchia era stato ripulito e tante tane delle nutrie erano state chiuse, ma dette attività non esimevano dai pericoli; 

appare evidente che se la ricostruzione dei fatti resa dal direttore Aipo trovasse riscontro o conferme negli atti, saremmo di fronte all'ennesima , alla quale non si volle anteporre una seria azione preventiva, indispensabile per mettere in sicurezza una vasta area del modenese; 

nei fatti, stando al direttore Aipo, le pulizie degli argini erano state effettuate (contrariamente a quanto detto dopo l'alluvione), pur essendo i fondi a disposizione esigui e dovendo gli stessi venire suddivisi per tutti i corsi fluviali dell'Emilia-Romagna, ma - all'evidenza - ciò che serviva realizzare era il negato intervento strutturale; 

se e quale sia la opinione della Giunta al riguardo; 

se risponda al vero che la Regione abbia negato ad Aipo i fondi necessari per realizzare l'intervento in premessa richiamato; 

se risponda, infine, al vero la notizia secondo la quale la Regione si oppose alla richiesta di finanziare l'intervento riguardante le paratie nelle casse di espansione del Secchia con i fondi del Naviglio del Panaro.

Tommaso Foti

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl