Navigando il sito tommasofoti.com, accetti il modo in cui utilizzamo i cookies per migliorare la tua esperienza.
OK

Regione

Capitolato Iren Ambiente per aggiudicazione appalti rifiuti a fornitori; quale vigilanza svolta da Atersir?

Numero: 5111
Soggetto: Assemblea

Per sapere, premesso che:- 

all'indirizzo di posta elettronica https://portaleacquisti.gruppoiren.it/documenti/solleci tazione iscrizione albo fornitori.pdf è stato pubblicato un avviso pubblico, senza data di emissione e senza termine di scadenza (invero solo ricavabile - per induzione - dall'ultimo capoverso del predetto avviso) di «sollecitazione a iscriversi all'Albo Fornitori Iren S.p.a. e società del Gruppo» rivolto alle cooperative sociali di tipo b) e loro consorzi, nonché agli operatori economici il cui scopo principale sia l'integrazione sociale e professionale delle persone con disabilità o svantaggiate, alfine di qualificarsi nelle categorie idonee e, quindi, formulare offerta - laddove ritenuti idonei - nell'ambito di procedimenti indetti ai sensi dell'articolo 177, comma 1, del decreto legislativo n. 50/2016 e s.m.i,. per l'affidamento nelle Provincie di Reggio Emilia, Parma, Piacenza dei seguenti servizi: 

1) gestione dei centri di raccolta rifiuti; 
2) spazzamento manuale, meccanizzato e combinato e servizi collaterali allo spazzamento; 
3) raccolta rifiuti solidi urbani stradale e porta a porta; 

il predetto avviso pubblico, specificava altresì che «L'invito sarà trasmesso, il 1 giugno ca, ai soggetti come sopra caratterizzati iscritti in Albo (stato invitabile, stato qualificato) nelle categorie di cui sopra»; 

dal capitolato speciale d'appalto di Iren Ambiente, per l'affidamento dei servizi di cui sopra, si ricava che l'ammontare dell'importo a base d'asta, riferito ad una durata dei tre servizi più sopra specificati è pari a 49.611.601,59 così suddivisi; tre lotti riferiti alla «gestione centri di raccolta» (importo complessivo 6.110.699,32 euro); tre lotti riferiti allo «spazzamento» (importo complessivo 17.243.242,86 euro); tre lotti riferiti alla «raccolta» (importo complessivo 26.257.659,41 euro); 

sempre nel predetto capitolato si legge che «le modalità di presentazione dell'offerta e il criterio di aggiudicazione sono riportati in lettera d'invito»; 

appaiono meritori di attenta valutazione sia l'entità dell'importo a base d'asta per l'esecuzione dei detti servizi (si tratta come visto di circa 50 milioni di euro, quasi cento miliardi delle vecchie lire) sia la data fissata per la affidamento del servizio ai soggetti appaltatori (1° agosto 2017, salvo dilazioni dovute ai tempi di aggiudicazione); 

se risulti che alla Giunta Regionale che Atersir, anche alla luce della recente pronuncia dell'Autorità Nazionale Anticorruzione riguardante Mera, abbia acquisito informazioni in ordine alla gara che qui interessa - nel qua! caso si chiede di conoscerne i risultati - ed in particolare sulla pubblicizzazione della gara in questione, sempre che la stessa non fosse circoscritta e riservata, anche in termini di inviti, ai soli soggetti di cui all'articolo 112, comma 1, prima parte, del decreto legislativo n. 50/2016, iscritti all'Albo Fornitori Iren Spa e società del gruppo; 

se la Giunta Regionale intenda altresì acquisire, per il tramite di Atersir, l'elenco dei soggetti che fino ad oggi hanno operato, in ciascuna delle tre Provincie, per l'effettuazione dei tre servizi più sopra indicati. Ed ancora: se i singoli lotti, per come più sopra indicati, siano stati aggiudicati - alla luce dell'evocato capitolato speciale d'appalto - per ciascuno dei servizi richiesti, a quali soggetti gli stessi siano stati affidati, per quali rispettivi importi e se risulti da quale data, per ciascuno dei lotti dei tre servizi, i soggetti appaltatori inizieranno l'attività oggetto d'appalto.

Tommaso Foti


08/08/2017

facebbok

Rassegna Stampa

Tommaso Foti TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl