Navigando il sito tommasofoti.com, accetti il modo in cui utilizzamo i cookies per migliorare la tua esperienza.
OK

Regione

Ospedale di Vaio, Fidenza (Pr), cantiere di ampliamento; quale lo stato dei lavori e quale il costo complessivo dell'intervento?

Numero: 5095
Soggetto: Assessore alle politiche per la salute
Data Risposta: 27/10/2017

Per sapere, premesso che: - 

realizzato 10 anni fa, quello di Vaio (in comune di Fidenza) è il secondo ospedale della provincia di Parma per numero di posti letto (227 quelli attuali, dopo la riconversione di 30 posti letto in posti di cure intermedie territoriali presso la Casa della salute di S. Secondo); 

con la posa della prima pietra, avvenuta la mattina del 10 giugno 2015 (alla presenza - tra gli altri - della direttrice dell'Ausl di Parma Elena Saccenti, del sindaco di Fidenza Andrea Massari, del presidente della Provincia Filippo Fritelli e del presidente della Regione Stefano Bonaccini) prese il via un intervento complessivo di ampliamento del predetto Ospedale che prevedeva la costruzione ex novo di una nuova ala e gli interventi di ristrutturazione del Pronto soccorso e di altre aree (radiologia e ambulatori); 

la realizzazione del detto intervento veniva giustificata con la necessità di migliorare l'organizzazione dei servizi con nuove collocazioni più funzionali, oltre che per rispondere alla domanda crescente di prestazioni; 

l'intervento nel complesso prevedeva una spesa di circa 15,6 milioni di euro (Iva inclusa), di cui 9,4 milioni di euro finanziati con risorse proprie dell'Azienda Usl di Parma, 306 mila euro con finanziamenti regionali e la restante parte (5,8 milioni di euro) con risorse statali (ex articolo 20 della Legge n.67/1988); 

i lavori di ristrutturazione del Pronto soccorso ed alla costruzione della nuova ala, per una spesa di 9,6 milioni di euro (Iva e spese tecniche incluse) venivano aggiudicati a UNIECO Soc. Coop. di Reggio Emilia; 

la conclusione dei detti lavori veniva prevista per l'autunno 2017 (con interventi da eseguirsi senza alcuna interruzione dell'attività di reparti e servizi ospedalieri); 

- quale sia lo stato dei lavori appaltati a Unieco, se risulti o meno confermata la conclusione dei lavori per l'autunno 2017 (ed in caso di risposta negativa, quando si preveda che i lavori in questione verranno conclusi), se siano state presentate e approvate perizie di variante, quale risulti il costo finale dell'intervento oggetto del presente atto di sindacato ispettivo.

Tommaso Foti

RISPOSTA

Con riferimento all'interrogazione in oggetto, anche sulla base delle informazioni acquisite dall'Azienda Usl di Parma, si precisa quanto segue. 

Con la posa della prima pietra avvenuta il 10 giugno 2015 ha preso il via il complessivo intervento di ampliamento dell'Ospedale di Vaio (Fidenza) che prevede la ristrutturazione e l'ampliamento del Pronto soccorso e la costruzione ex novo di una nuova ala, oltre a interventi di riqualificazione e ampliamento di altre aree ospedaliere (radiologia e ambulatori). 

Seguendo la programmazione dei lavori nel rispetto dei tempi previsti, nel dicembre 2015, l'impresa aggiudicatrice UNIECO ha iniziato le "opere propedeutiche" alla ristrutturazione del Pronto soccorso e alla costruzione dell'edificio della nuova ala. Successivamente, nel maggio 2016, sono iniziati i lavori di riqualificazione e ampliamento della struttura del Pronto soccorso inaugurata nel mese di novembre dello stesso anno. 

Sono quindi entrati nel vivo i lavori del cantiere per la costruzione della nuova ala, un edificio di sei piani (di cui uno interrato destinato a deposito e un sottotetto) con una superficie lorda complessiva prevista di 7.560 metri quadrati. Con l'inizio di quest'anno sono però iniziate una serie di sospensioni prolungate dei lavori, fino a quel momento eseguiti con regolare puntualità dall'impresa. Queste sospensioni hanno portato ad una procedura di liquidazione coatta senza continuità delle attività aziendali, disposta dal Tribunale di Reggio Emilia 18 aprile scorso. 

La Direzione generale dell'Azienda Usi di Parma, il 13 settembre scorso, ha approvato lo stato di consistenza dei lavori di realizzazione della nuova ala dell'Ospedale di Vaio fino al 6 aprile 2017, sottoscritto per accettazione e senza riserve dal Commissario Liquidatore della ditta UNIECO. Lo stato di consistenza ammonta a euro 2.137.233,77, pertanto, il valore dei lavori ancora da realizzare ammonta ad euro 6.915.229,92, al netto di IVA ma comprensivo degli oneri per la sicurezza.

l lavori saranno ora affidati dall'Azienda all'impresa seconda classificata nella gara per l'aggiudicazione dei lavori; tale impresa ha manifestato formale disponibilità a subentrare nel contratto, fatta salva la verifica dello stato di consistenza. 

Il nuovo appaltatore dovrà necessariamente aggiornare il cronoprogramma esecutivo dei lavori in contraddittorio con la Direzione Lavori. Il nuovo termine di ultimazione lavori potrà essere definitivamente stabilito solo successivamente all'assegnazione dei lavori al nuovo appaltatore e sulla base del cronoprogramma aggiornato. 

L'Azienda Usl di Parma ha precisato le varianti apportate al progetto esecutivo: 

perizia di variante n. 1 che non ha determinato variazioni al costo dell'opera, così come individuato dal progetto esecutivo; 
perizia di variante suppletiva n. 2, che ha determinato un aumento di 377.755,47 euro (al netto del ribasso d'asta e dell'IVA) del costo dell'opera. 

L'aumento dei costi dovuti alla perizia di variante suppletiva n. 2 è stato coperto dalle somme a disposizione già previste nel quadro economico per cui resta confermato ad oggi il costo complessivo dell'opera pari ad euro 15.661.6927,76 (IVA compresa).

Sergio Venturi


04/08/2017

facebbok

Rassegna Stampa

Tommaso Foti TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl