Navigando il sito tommasofoti.com, accetti il modo in cui utilizzamo i cookies per migliorare la tua esperienza.
OK

Regione (Archivio)

Trasporto pubblico, forti tensioni tra lavoratori e Seta; la Regione favorisca il ritorno al dialogo tra le parti

Data: 22/03/2018
Numero: 6277
Soggetto: Assemblea

Per sapere, premesso che: - 

da diversi mesi una situazione di grave tensione si è venuta a creare tra‎ i vertici della società di trasporto pubblico Seta (che svolge il predetto nelle provincie di Modena, Reggio nell' Emilia e Piacenza) e alcune organizzazioni sindacali che lamentano - come noto anche agli enti locali soci della detta azienda - condotte lesive dei diritti dei lavoratori e scelte operative volte a privilegiare ipotesi contrattuali al massimo ribasso; 

da mesi, quindi, si alternano procedure di raffreddamento a scioperi (anche di 24 ore) senza che Seta si preoccupi di ricercare una qualche forma di accordo, così come confermato dall'assenza di Seta in sede di lodo nazionale a Roma‎; 

ad acuire le predette tensioni vi è anche la decisione di Seta di imporre lo straordinario forzoso: pare evidente, al di là della legittimità o meno della scelta, che una siffatta iniziativa è vissuta più come provocazione che come da parte di alcune importanti sigle sindacali; 

a ciò si aggiunga che in alcuni dei bacini di trasporto interessati si dovranno a breve celebrare gare per l'affidamento del servizio di trasporto pubblico (è il caso della provincia di Piacenza) ed il protrarsi di una siffatta situazione, i cui effetti negativi si riflettono inevitabilmente sull'utenza,‎ non certo favorisce l'obiettivo della società di aggiudicarsi le gare; 

al riguardo si osserva che è stata la Regione a spingere gli Enti Locali affinché realizzassero la fusione delle aziende locali di trasporto pubblico di Modena, Reggio nell'Emilia e Piacenza,‎ con la conseguente nascita di Seta;

pur nei ristretti spazi istituzionali, quali iniziative intenda assumere la Giunta Regionale al riguardo, così da favorire la ripresa del dialogo tra le parti più sopra indicate.

Tommaso Foti

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl