Navigando il sito tommasofoti.com, accetti il modo in cui utilizzamo i cookies per migliorare la tua esperienza.
OK

Regione

Obbligo termoregolazione, caos normativo; la Regione faccia chiarezza sul termine degli adempimenti

Numero: 4383
Soggetto: Assemblea

Per sapere, premesso che: - 

- il decreto legislativo n. 102 del 4 luglio 2014, così come modificato ed integrato dal decreto legislativo n. 141 del 18 luglio 2016, prevede l'obbligo nei condominii di verificare se sussista l'obbligo di introdurre sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore e, in caso affermativo, di installazione dei suddetti sistemi; 

- il termine di adempimento del predetto obbligo, già fissato per il 30.12.2016, risulta prorogato dalle disposizioni di cui al decreto legge n. 244 del 30 dicembre 2016 (c.d. "Milleproroghe"), convertito con modificazioni dalla legge n. 19 del 27 febbraio 2017, al 30.06.2017; 

all'indirizzo http://anaciemiliaromagna.it/proroga-obbligo-installazione-contabilizzatori-normativa-regionale/ è pubblicato il comunicato diramato( alle ore 13,00 del 29 gennaio 2017) ai tecnici accreditati dalla Regione Emilia Romagna in merito alla predetta proroga

nel detto comunicato, tra l'altro, si legge: <...Non trovano pertanto applicazione le disposizioni nazionali di cui al decreto legge 244/2016 cosiddetto "milleproroghe", relative al differimento dei termini di scadenza per l'obbligo: di installazione di sistemi di contabilizzazione e di termoregolazione le singole unità immobiliari, nel caso di condomini con impianto termico centralizzato (punto D.6 dell'Allegato 2 della DGR 1715/2016), che rimane fissato al 31/12/2016.>; 

appare per contro evidente che la precitata modifica legislativa, e quindi il differimento del termine al 30 giugno 2017, non può essere disattesa essendo comunque pacifica la prevalenza della disposizione della Legge nazionale su quella regionale. Per di più non risulta in atti che la Regione Emilia-Romagna abbia presentato ricorso contro il Presidente del Consiglio dei ministri per la dichiarazione di illegittimità costituzionale della Legge n. 19/2017 nella parte che qui interessa, circostanza questa che conferma come, anche a giudizio della Regione, la norma della Legge nazionale non viola i principi dettatati dalla Costituzione in materia, giuste le disposizioni di cui all'articolo 117 e, quindi, deve essere applicata; 

è evidente che la questione qui rappresentata non è affatto di lana caprina. Se, infatti, la Regione non intendesse uniformarsi alla proroga decisa con Legge dello Stato, così assurdamente sostenendo che l'installazione dei dispositivi per la contabilizzazione e la termoregolazione doveva essere effettuata entro il 31/12/2016, dovrebbe essere comminata la sanzione amministrativa pecuniaria (da 500 a 2500 euro) al condominio ed ai clienti finali, oltre alla diffida a provvedere alla regolarizzazione dell'impianto condominiale, entro il termine di 45 giorni dalla data della contestazione, giusto quanto stabilito dal Decreto legislativo n. 102/2014; 

se la Giunta Regionale intenda chiarire, in via definitiva, che il termine per adempiere l'obbligo di cui al decreto legislativo n. 102/2014 e s.m.i. è fissato al 30 giugno 2017.

Tommaso Foti


30/03/2017

facebbok

Rassegna Stampa

Tommaso Foti TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl