Navigando il sito tommasofoti.com, accetti il modo in cui utilizzamo i cookies per migliorare la tua esperienza.
OK

Regione

Legittima difesa, mettere mano subito ad art.52 del codice penale; Foti: 'la difesa deve essere sempre lettima'

Numero: 4408
Soggetto: Assemblea

RISOLUZIONE 

L'Assemblea Legislativa dell'Emilia-Romagna 
premesso che: 

sempre più frequentemente si registrano violente aggressioni a danni di cittadini, particolarmente in abitazioni private ed in esercizi pubblici, a scopo di furto e rapine. Anche nel territorio dell'Emilia-Romagna bande violente provocano con le loro efferate azioni sgomento e paura tra l'opinione pubblica. In particolare appare gravissimo quanto accaduto in comune di Budrio, dove un barista è stato ucciso da un criminale nel corso di un tentativo di rapina; 

se è vero che la prevenzione e la repressione dei reati spetta alle Istituzioni, altrettanto vero è che devono essere previsti strumenti adeguati di tutela degli aggrediti e, comunque, delle vittime di dette criminali azioni, nei casi nei quali risulti impossibile scongiurare il pericolo imminente attraverso il tempestivo intervento delle Forze dell'Ordine; 

sono oramai molteplici le vicende per le quali il cittadino che reagisce al sopruso e alla violenza rischia di essere coinvolto in lunghe indagini giudiziarie venendo allo stesso contestato l'eccesso colposo di legittima difesa per fronteggiato - alla meglio - una situazione di pericolo; 

le disposizioni vigenti in materia di legittima difesa, malgrado un tentativo di rafforzamento nel 2006, si sono tradotte spesso nell'inapplicabilità dell'esimente stessa ed è, quindi, sempre più diffusa la sensazione per cui chi si difende passa dalla parte del torto; 

la proposta di legge n. 3380, d'iniziativa dei Deputati La Russa ed altri, recante "Modifiche all'articolo 52 del codice penale in materia di legittima difesa", abbinata alle proposte di legge C. 3785, C. 3380, C. 3384, C. 3419, C. 3424, C. 3427, C. 3434, C. 3774, C. 3777, afferma il principio (sacrosanto) per il quale la difesa è sempre legittima; 

a tal fine la predetta proposta di legge intende superare le discussioni sorte in materia di discrezionalità che la legge riconosce ai giudicanti, individuando con più precisione le varie fattispecie e il conseguente relativo nuovo perimetro di discrezionalità riservato dal legislatore al potere giudiziario, stabilendo che ove il pericolo di aggressione a persone o beni avvenga da parte di chi si introduce illegalmente in una abitazione (o negli altri luoghi previsti dalla legge) sia in ogni caso presunta la proporzionalità con l'offesa; 

impegna la Giunta Regionale 

a sollecitare il Presidente della Camera dei Deputati ed i capigruppo affinché le proposte di legge di modifica dell'articolo 52 del codice penale in materia di legittima difesa siano iscritte al più presto all'ordine del giorno dei lavori dell'Assemblea, così da introdurre nell'ordinamento norme equilibrate, chiare e puntuali sulla legittima difesa, tese a rafforzare la tutela delle persone oneste, altrimenti esposte al pericolo di lunghe indagini giudiziarie per il solo fatto di avere dovuto fronteggiare un'aggressione dalle stesse certamente non auspicata e di fronte alla quale sono state costrette dalle circostanze a reagire legittimamente.

Tommaso Foti


04/04/2017

facebbok

Rassegna Stampa

Tommaso Foti TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl