Navigando il sito tommasofoti.com, accetti il modo in cui utilizzamo i cookies per migliorare la tua esperienza.
OK

Regione

Castello di Rocca delle Caminate (Forli' - Cesena), patrimonio artistico culturale rilevante; individuare i fondi necessari alla riaccensione del faro

Numero: 4068
Soggetto: Assemblea

L'Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna 
Premesso che: 

- Il Castello di Rocca delle Caminate, situato nelle prime colline fra Forlì, Predappio e Meldola, a circa 400 metri sul livello del mare, è una struttura originaria risalente al X secolo che domina interamente le vallate sottostanti e vanta una storia straordinaria; 

- Ormai ridotta a un rudere, tra il 1924 e il 1927 fu completamente ricostruita e donata a Benito Mussolini, che ne fece la propria residenza estiva per poi diventare uno dei luoghi cruciali della storia recente dell'Italia (qui si riunì il primo consiglio dei ministri della Repubblica di Salò); 

- Il castello, immerso in un parco di 8 ettari, dopo 4 anni di lavori, è stato recentemente restaurato dalla Provincia di Forlì-Cesena, divenutane proprietaria nel 1971, con il contributo erogato dalla Regione Emilia-Romagna (3,1 milioni di fondi europei POR FESR 2007-2013 – Asse 1 - Ricerca e Innovazione) per ospitare una delle sedi del Tecnopolo per la Ricerca Industriale di Forlì-Cesena; 

- I Tecnopoli della Regione Emilia-Romagna sono infrastrutture di trasferimento tecnologico, dove sono concentrati e resi accessibili alle imprese i laboratori di ricerca, le strutture per l'incontro con i ricercatori, nonché i relativi servizi e informazioni, con lo scopo di promuovere lo sviluppo economico, l'occupazione ed il rafforzamento competitivo del sistema produttivo del territorio attraverso l'innovazione tecnologica; 

- Di recente è stato pubblicato un bando in cui si chiede a soggetti privati di avanzare proposte per la gestione della Rocca in condivisione con le esigenze del tecnopolo universitario e della Provincia di Forlì Cesena; 

- L'obiettivo quindi, è quello di accogliere ricercatori e studiosi da tutto il mondo non precludendone tuttavia la fruizione ad associazioni e cittadini emiliano romagnoli e non solo; 

- La struttura, così come riammodernata e valorizzata, rappresenta una grande attrattiva per il territorio romagnolo; 

- Nei tre weekend di apertura al pubblico, e successivi all'inaugurazione istituzionale, il sito restaurato e il parco che lo circonda hanno registrato circa cinquemila visitatori dando prova del potenziale turistico-ricettivo che questa struttura ha acquisito all'indomani dell'opera di restauro; 

Sottolineato che: 

- Elemento architettonico di spicco della Rocca è il faro, smontato e conservato per decenni in un magazzino di proprietà della Provincia e poi recentemente riposizionato e sottoposto anch'esso ad intervento di restauro per una spesa complessiva di 40mila euro; 

- Nei giorni scorsi il Consiglio provinciale di Forlì-Cesena, a maggioranza democratica, ha votato all'unanimità la proposta avanzata dal consigliere meldolese di opposizione Davide Fabbri di riaccendere il faro e quindi di completare l'opera di riqualificazione del castello di Rocca delle Caminate; 

- Al voto e alla volontà politica del Consiglio provinciale, hanno fatto seguito le dichiarazioni di incoraggiamento del Sindaco di Predappio, Giorgio Frassineti, e quelle del primo cittadino di Meldola, Gian Luca Zattini che si sono così pronunciati: «Magari nei weekend. Oppure 10 minuti ogni sera. Deve essere un segnale che quassù c'è qualcosa da vedere»; 

Evidenziato che: 

- Emerge l'ostacolo della mancanza di fondi per procedere all'opera di riaccensione del faro di Rocca delle Camminate; il bilancio 2017 della Provincia di Forlì Cesena è scoperto infatti di circa 12 milioni di euro; 

- Quest'ultimo intervento, minimale rispetto all'opera complessiva di restauro durata 4 anni e costata circa 4,3 milioni di euro di cui 3,1 erogati dalla Regione Emilia Romagna, rappresenterebbe l'ultimo scalino di un progetto di valorizzazione storico culturale dell'appennino romagnolo e dei suoi "tesori" architettonici; 

Visto: 

- Il programma di fondi europei "Por Fesr 2014-2020, Asse 3, azioni 3.3.2 e 3.3.4 - Contributi per imprese operanti nel settore turistico, commerciale e culturale/creativo" finalizzato alla promozione e all'accrescimento dell'attrattività turistica e culturale e della domanda di fruizione del territorio; 

Impegna la Giunta regionale: 

- Ad attivarsi in prima persona, in concorso con la Provincia di Forlì Cesena e i Comuni di Meldola e Predappio, per reperire i fondi necessari per procedere ad intervento di riaccensione del faro di Rocca delle Caminate, effettuando una mappatura delle risorse disponibili a tutti i livelli e impegnabili in tal senso; 

- A valutare, ai fini dell'attuazione dell'intervento di cui sopra, l'opportunità delle risorse stanziate nell'ambito del Programma operativo Por Fesr 2014-2020, Asse 3, azioni 3.3.2 e 3.3.4 - Contributi per imprese operanti nel settore turistico, commerciale e culturale/creativo; 

- A promuovere una capillare campagna informativa finalizzata alla sponsorizzazione del castello restaurato di Rocca delle Caminate, potenziandone così la capacità ricettiva e il valore storico culturale;

Risoluzione co-firmata dai Consiglieri Foti, Bignami e Pompignoli. 


10/02/2017

facebbok

Rassegna Stampa

Tommaso Foti TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl