Navigando il sito tommasofoti.com, accetti il modo in cui utilizzamo i cookies per migliorare la tua esperienza.
OK

Regione

Usa, insensata furia iconoclasta contro Cristoforo Colombo; Foti: 'la Regione pretenda dal Governo le necessarie iniziative diplomatiche in difesa di una figura simbolo dell'amicizia tra i nostri due popoli'

Numero: 5464
Soggetto: Assemblea

L'Assemblea Legislativa dell'Emilia-Romagna 
premesso che: - 

negli Stati uniti d'America continuano gli sfregi alle statue e alle immagini di Cristoforo Colombo, ritenuto colpevole di aver inaugurato il genocidio dei nativi d'America: sono, infatti, ben sei le statue raffiguranti il navigatore genovese oggetto di atti vandalici (cinque sulla East coast e l'altra a Houston), per mano di individui affetti da furia iconoclasta che rischia di danneggiare l'intero patrimonio storico e culturale italoamericano; 

sulla scia delle polemiche sviluppatesi, quest'anno la città di Los Angeles ha deciso di non celebrare il Columbus Day, parata che tradizionalmente si svolge il secondo lunedì di ottobre, e di sostituirla con la «Indigenous Peoples Day», in analogia a quanto in precedenza deciso dai responsabili delle città di Seattle, Albuquerque e Denver; 

a New York la commissione istituita dal sindaco Bill De Blasio ha inserito la Statua di Cristoforo Colombo al Columbus Circle, sulla 59/ma Strada, tra i monumenti da abbattere poiché ritenuta un simbolo di istigazione al razzismo e alla discriminazione. Giova qui ricordare che detta Statua venne eretta nel 1892, su di un piedistallo di circa 21 metri, in occasione del 400/mo anniversario della scoperta dell'America; 

la Italy America Chamber of Commerce di New York, la più antica camera di commercio internazionale al mondo, da sempre ponte tra l'Italia e gli Stati Uniti, ha costituito un comitato in difesa di Colombo e di tutti coloro che vogliono ricordarlo e celebrare le sue imprese, affermando che «Colombo è per la comunità italiana e italoamericana un simbolo di coraggio e intraprendenza. Il nostro diritto di celebrare quando, come e dove lo si ritenga opportuno verrà difeso e sostenuto, lo dobbiamo alle generazioni di emigranti venuti in America dopo Colombo e quelle che verranno dopo di noi»; 

Cristoforo Colombo è stato - per secoli - simbolo dell'orgoglio italiano e della grande tradizione di esploratori e navigatori italiani, nonché dell'amicizia tra il popolo italiano e quello americano. Senza Cristoforo Colombo, come ha giustamente dichiarato la storica americana Libby O' Connel, l'Europa non avrebbe mai contribuito a scoprire e fondare la civiltà americana; 

in America vive una delle più importanti e radicate comunità italiane all'estero, che assiste con profondo malessere agli inopinati attacchi riservati all'illustre connazionale; 

occorre mantenere viva l'eredità di Cristoforo Colombo, componente fondamentale del patrimonio storico e culturale degli Stati Uniti e testimonianza del profondo legame con l'Italia e il popolo italiano, 

impegna il Presidente e la Giunta Regionale

a richiedere al Governo Italiano di assumere le opportune, immediate e dovute iniziative diplomatiche affinché il Governo degli Stati Uniti garantisca la tutela dei monumenti dedicati a Cristoforo Colombo e il rispetto del Columbus Day, inteso come giorno di affermazione dell'orgoglio italiano negli Stati Uniti e di amicizia tra i due popoli.

Tommaso Foti


23/10/2017

facebbok

Rassegna Stampa

Tommaso Foti TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl