Rassegna Stampa

Cadeo, guerra fredda nel centrodestra 'Nessuna giravolta di Lega e Fd'I'

Data: 02/06/2021

Elezioni, Foti e Merli replicano a Forza Italia: «Disatteso l'accordo per un candidato sindaco civico e mai stato al governo in Comune»

E' guerra fredda, nel centrodestra, a Cadeo. Tommaso Foti (Fratelli d'Italia) e Luigi Merli (Lega) replicano alle dichiarazioni pubblicate ieri su Libertà rilasciate da Gabriele Girometta, commissario provinciale di Forza Italia, in merito alle prossime elezioni amministrative. «Non c'è mai stata alcuna giravolta da parte di Lega e Fratelli d'Italia rispetto a posizioni politiche precedentemente assunte, tanto meno sulle elezioni comunali di Cadeo», sottolineano in una nota congiunta i rappresentanti dei partiti di Salvini e Meloni.

Muscoli e voti 
«La presa di posizione del commissario provinciale di Forza Italia - proseguono - le ricostruzioni dei fatti a suo uso e consumo, la pretesa di volere stabilire chi può e deve candidarsi non solo a sindaco ma anche come consigliere, appaiono solo un'inutile esibizione muscolare». Poi aggiungono: «Dall'alto dei 74 voti conseguiti a Cadeo da Forza Italia alle recenti elezioni regionali, a fronte dei 1.925 del centrodestra, forse un po' meno volontà di piantare bandierine e un po' più di apprezzamento anche per candidature diverse da quelle da lui proposte, non guasterebbero. Sempre che l'obiettivo comune, che noi abbiamo, sia anche per Forza Italia quello di essere alternativi alla sinistra e non indiretti complici». 

Lista comune 
Foti e Merli ripercorrono poi le fasi di "lavoro" di costituzione di quella che avrebbe dovuto essere una lista comune. «Già nella parte terminale dello scorso anno, le forze politiche del centrodestra a livello provinciale avevano convenuto di tracciare il profilo del candidato ottimale, condiviso pienamente da Girometta, che avesse un'estrazione civica e che non avesse ricoperto incarichi di governo nel comune di Cadeo. Poiché la riunione concordata dalle segreterie provinciali dei partiti del centrodestra, che doveva tenersi entro la terza settimana di febbraio, non si è mai tenuta, i responsabili locali di Lega e Fd'I hanno iniziato una più vasta consultazione al fine di superare uno stallo che si prolungava da tempo. Solo il 4 maggio si è appreso dai media locali che si era ufficialmente "ricostituita" la sezione di Forza Italia a Cadeo. L'unica riunione, non riservata al solo comune di Cadeo, che si è tenuta successivamente, è stata quella di venerdì scorso». In quell'occasione, Foti e Merli riferiscono che Girometta «contravvenendo all'impostazione iniziale condivisa» ufficializzava la candidatura a sindaco di Paolo Epifani, esponente di Forza Italia e già sindaco di Cadeo dal 2006 al 2011, mentre la controparte (ossia Lega e Fd'I) evidenziava la costituzione di un gruppo civico partecipato anche da esponenti di centrodestra.

«Soluzione rifiutata» 
«L'unica proposta possibile per conciliare le due posizioni - concludono Foti e Merli - era la candidatura a sindaco di Gabriele Girometta che veniva però da quest'ultimo rifiutata senza possibilità di ripensamento. Pertanto ci si era accordati per verificare se appoggiare ufficialmente con i simboli dei partiti le liste in campo: Forza Italia quella di Epifani, Lega e Fratelli d'Italia quella di natura civica». 

Libertà

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl