Rassegna Stampa

Sos ai cinque parlamentari 'Sbloccate voi la Pertite'

Data: 14/11/2021

POLITICA E AMBIENTE - MOSSA DEL COMITATO CHE SI BATTE PER TRASFORMARE L'AREA MILITARE IN UN GRANDE PARCO

Inviata una lettera a tutti gli eletti piacentini alla Camera e al Senato (Bersani, De Micheli, Foti, Murelli e Pisani): mettetevi insieme per fare un dono alla città

La presidente Romano: «Bisogna insistere a rompere le scatole». La sindaca Barbieri: «Ho sollecitato la Difesa per avere intanto un primo pezzo»

L'appello va oltre le casacche «Qui c'è anche la nostra storia»

Pubblichiamo il testo integrale della lettera appello inviata a Pierluigi Bersani, Paola De Micheli, Tommaso Foti, Elena Murelli e Pietro Pisani. 

Con la presente il Comitato Parco Pertite intende porre alla Vostra attenzione l'annosa questione inerente all' ex area militare Pertite. Sono trascorsi ormai quasi dodici anni da quel giugno 2010 in cui quasi tremila cittadini di Piacenza si sono ritrovati per abbracciare fisicamente l'area a significare il desiderio di farla diventare parte integrante della città nella forma di un parco. E sono trascorsi esattamente 10 anni (era il giugno 2011) da quel referendum in cui trentamila piacentini hanno votato sì al quesito che chiedeva espressamente se si voleva che l'area della Pertite diventasse un parco.Da allora il Comitato Pertite ha promosso numerose iniziative finalizzate a sollecitare le varie amministrazioni che si sono succedute (Reggi, Dosi e Barbieri) affinché si adoperassero per l'acquisizione dell'area che può essere gratuita in ottemperanza della legge n. 85 sul federalismo demaniale. Nel corso degli anni il sostegno e la partecipazione dei cittadini alle iniziative del Comitato pro parco Pertite non sono mai venute meno, anzi è proprio grazie alla gente che il Comitato prosegue con forza la propria battaglia da ormai più di dodici anni! Ad essere assenti o comunque poco attente alla questione Pertite sono state invece le istituzioni. È per questo motivo che oggi ci rivolgiamo a Voi che siete a Roma e sedete in Parlamento: fate fronte comune per il bene e il futuro della nostra e Vostra città! Come accennato sopra il Comune potrebbe acquisire l'area gratuitamente grazie alla legge sul federalismo demaniale, ma non è tutto. Il presidente del Consiglio Mario Draghi nell' illustrare il suo piano sull' impiego dei soldi in arrivo dal Recovery Plan ha speso parole importanti sull'ambiente e sul finanziamento di progetti legati ad esso. Allora perché non lavorare insieme ad un progetto che vedrebbe un'ex area militare restituita alla città in una veste che porterebbe benefici a tutti? Quale risposta migliore si potrebbe dare alla pressante riPaola De Micheli (Pd) chiesta di spazi verdi e più in generale di città eco-sostenibili? Spogliatevi dunque delle vostre casacche di partito e collaborate insieme per regalare a Piacenza un'area verde che oltre ad essere fondamentale per la salute dei cittadini ha un valore storico inestimabile in quanto all' interno di quell'area lavorarono per lo Stato decine di concittadini e tra loro molti persero la vita nell' esplosione dell'8 agosto 1940 che ancora oggi celebriamo ogni anno all' ombra di Palazzo Gotico. Certi di una vostra risposta e del vostro impegno per Piacenza, restiamo in attesa, augurandovi buon lavoro.

Maria Pia Romano 
presidente Comitato Parco Pertite – Bosco in Città

Libertà

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl