Rassegna Stampa

Centrodestra-Liberi alleati - ci sono le firme sull'accordo

Data: 24/11/2021

Ufficiale l'intesa su basi programmatiche alle elezioni. Trespidi potrebbe essere il vice della Barbieri, a Monti un assessorato

Che ci fossero tutti i presupposti per convolare a nozze era chiaro da tempo. Ora ci sono anche le firme su un documento a sancire l'ufficialità dell'alleanza tra il centrodestra e Liberi alle elezioni Comunali del 2022. Nonostante le dichiarazioni ancora prudenti rilasciate lunedì a "Libertà" dal suo leader Massimo Trespidi, l'accordo è nero su bianco. A sottoscriverlo, oltre allo stesso Trespidi, sono stati il commissario provinciale della Lega Luigi Merli, il portavoce provinciale di Fratelli d'Italia Filippo Bertolini e il commissario provinciale di Forza Italia Gabriele Girometta. Il testo scritto sul documento dell'accordo si limita ad attestare un'avvenuta intesa su basi programmatiche tra i partiti della coalizione di centrodestra e l'associazione civica Liberi, formazione che alle consultazioni del 2017, con Trespidi candidato a sindaco, prese il 13,7% (5766 preferenze), bottino più che ragguardevole. Con l'apertura a Liberi la coalizione che sosterrà Patrizia Barbieri per il bis da sindaca confida di intercettare quell'elettorato moderato che spesso funge da ago della bilancia nelle competizioni elettorali. Del resto, solo pochi giorni fa, lo stesso Tommaso Foti, influente deputato di FdI, era stato chiaro nell'avvertire che occorreva allargare il perimetro della coalizione. E questo si configura come uno dei passi decisivi. Nel documento non si fa invece cenno a nomi, ruoli, partite e contropartite che, tuttavia, sarebbero stati discussi a margine tra la sindaca Barbieri e l'ex presidente della Provincia (tra il 2009 e il 2014 sono stati colleghi nell'amministrazione che guidava l'ente di via Garibaldi, lui presidente, lei assessora) e poi validati dai partiti. In questo senso l'accordo confermerebbe le indiscrezioni già circolate in questi giorni: la carica di vicesindaco per Trespidi in caso di Barbieri vittoriosa, quella di assessore per Mauro Monti, l'altro esponente di spicco della lista (per lui si parla di deleghe all'istruzione e alla formazione). Dibattito ancora aperto sulle modalità di partecipazione di Liberi alla contesa elettorale: potrebbe presentarsi con una lista autonoma o, in alternativa, alcuni esponenti potrebbero confluire nella lista civica della sindaca. Tra le firme in calce all'accordo non compare quella dei Liberali Piacentini che questa sera si riuniranno in assemblea. Un confronto decisivo per capire il loro posizionamento alle elezioni. 

Libertà 

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl