Camera

Piacenza, area ex Pertite; accertare il reale stato della zona sotto il profilo ambientale

Data: 29/03/2018
Numero: 4-00010 / Interrogazione a risposta scritta
Soggetto: MINISTRO DELLA DIFESA, MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE
Data Risposta: -

Per sapere – premesso che: 

il tribunale ordinario di Bologna, seconda sezione civile, con sentenza n. 644/ 2018 (pubblicata il 27 febbraio 2018) ha dichiarato « l'intervenuta risoluzione per impossibilità sopravvenuta della prestazione di S... srl prevista nel contratto d'appalto stipulato tra le parti in data 24.10.2012 »; 

detto contratto stipulato tra la predetta società ed il Ministero della difesa riguardava, giusto il bando di gara, la « rimozione dei rifiuti da aree definite ed interne al comprensorio denominato "ex Pertite" mediante prelievo, selezione, classificazione, caratterizzazione e smaltimento » –: 

se e quali iniziative intenda assumere al riguardo il Governo nei confronti dei responsabili del bando di gara, atteso che il Ministero della difesa è stato condannato alla rifusione delle spese di lite e di quelle per il consulente tecnico d'ufficio ; 

se sia noto ai Ministri interrogati che, di recente, è stata data pubblica comunicazione del fatto che l'intera area in questione non necessita più di bonifica alcuna, mentre, fino ad oggi, la bonifica veniva ritenuta indispensabile e oltremodo onerosa stante la rilevata (è il caso della lite che interessa il presente atto di sindacato ispettivo) presenza di amianto; 

con riferimento al quesito che precede, tenuto conto anche delle vicende penali che hanno interessato l'area ex Pertite, se e quali specifici controlli e verifiche si intendano disporre, per accertare il reale stato, sotto il profilo ambientale, della detta area.

On. Tommaso Foti

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl