Navigando il sito tommasofoti.com, accetti il modo in cui utilizzamo i cookies per migliorare la tua esperienza.
OK

Rassegna Stampa

Bignami & co., Regione addio - Doppie poltrone, ecco le dimissioni. Via gli ultimi tre neoparlamentari

Data: 13/04/2018

BIGNAMI & CO., REGIONE ADDIO - DOPPIE POLTRONE, ECCO LE DIMISSIONI VIA GLI ULTIMI TRE NEOPARLAMENTARI 
I tre consiglieri regionali del centrodestra eletti in Parlamento verso le dimissioni: martedì toccherà a Bignami e Foti e poi lo farà anche Aimi. 

Doppie poltrone, ecco le dimissioni 
Via gli ultimi tre neoparlamentari 
I consiglieri Bignami, Foti e Aimi lasceranno la Regione entro il 23 aprile 

Si è rischiata la crisi istituzionale o qualcosa di simile. Perché la presidente dell'Assemblea regionale, Simonetta Saliera, aveva di fatto avviato la procedura per ottenere la decadenza dei consiglieri regionali che non volevano dimettersi dopo aver guadagnato un seggio in Parlamento. Ma è molto probabile che la crisi sia scongiurata perché le pressioni, il corso della politica e soprattutto l'assenza dall'orizzonte di ricorsi degli esclusi in Parlamento hanno fatto maturare le condizioni per le dimissioni. Il consigliere di Fratelli d'Italia Tommaso Foti ha annunciato nei giorni scorsi che martedì prossimo, quando si riunirà l'Assemblea regionale, darà le sue dimissioni. Ed è probabile che spiegherà le sue ragioni con un intervento in aula, visto che già in passato aveva polemizzato con Saliera per le pressioni a favore delle dimissioni. Ieri nella riunione dell'ufficio di presidenza anche il consigliere regionale di Forza Italia, Enrico Aimi, ha annunciato che darà le dimissioni entro il prossimo 23 aprile, ultima data utile prima dell'avvio della parte finale della procedura di decadenza ai sensi della legge regionale. E infine anche il caso più delicato, quello del consigliere regionale Galeazzo Bignami, è in via di definizione e il capogruppo uscente di Forza Italia ha fatto sapere che se non verranno presentati ricorsi nelle prossime ore anche lui martedì prossimo rassegnerà le dimissioni. Quella di Bignami era la casella più complicata per varie ragioni: è in pole position per diventare il nuovo coordinatore regionale, rischiava un ricorso della collega di partito Nunzia De Girolamo e, soprattutto, al suo posto entrerà Michele Facci, eletto in Forza Italia ma oggi nelle file della formazione sovranista di Gianni Alemanno, alleata alla Lega. L'ultimo tassello riguarda invece il ruolo del sottosegretario Andrea Rossi: si è già dimesso da consigliere regionale e al suo posto è entrato il reggiano Ivan Malavasi. Per sostituirlo come sottosegretario il presidente Stefano Bonaccini ha due nomi: quello dell'ex parlamentare modenese Davide Baruffi e quello di Alessio Mammi, sindaco di Scandiano. Alla fine hanno vinto un po' tutti: la presidente Saliera ha ottenuto il rispetto delle regole, mentre i consiglieri eletti in Parlamento sono andati avanti quasi un mese e mezzo e hanno evitato brutte sorprese, come quelle che potevano arrivare dai ricorsi dei non eletti in Parlamento. 

La vicenda 
• II 4 marzo quattro consiglieri regionali sono stati eletti in Parlamento: Andrea Rossi, Enrico Aimi, Tommaso Foti e Galeazzo Bignami 
• Rossi si è già dimesso, gli altri tre eletti finora sono rimasti al loro posto 
• Dopo il pressing della presidente dell'Assemblea regionale è arrivata la conferma che anche gli ultimi tre eletti lasceranno entro la dead line del 23.

Corriere di Bologna

facebbok

Rassegna Stampa

TommasoFoti
powered by Blacklemon Srl